Quantcast
Cronaca

Euroflora, Barbagallo: “Soffre il settore dei fiori recisi, buon rendimento per piante grasse e aromatiche”

Genova. “Ancora una volta metteremo l’accento sul settore florovivaistico della Liguria”. Così l’assessore regionale all’agricoltura Giovanni Barbagallo ha annunciato l’impegno istituzionale nel contesto di Euroflora, la rassegna di “floralie” più grande d’Europa in programma a Genova dal 21 aprile all’1 maggio.

Questa mattina nella Palazzo della Regione in piazza De Ferrari è stato presentato il “Padiglione Liguria” che sarà allestito in fiera. “Duemila metri quadri al coperto e seicento al coperto saranno la cornice adatta per far conoscere la nostra produzione – ha rimarcato oggi l’assessore – Dal fiore reciso al fiore in vaso, di cui siamo grandi esportatori, i visitatori potranno conoscere, approfondire e apprezzare la produzione ligure”.

“Abbiamo messo in piedi tre comitati, per Imperia, Savona e Genova-Spezia, che in collaborazione con le associazioni di categoria e con Unioncamere avranno il compito di sottolineare un comparto chiave della Liguria quale quello florovivaistico – ha ricordato Barbagallo – Oltre il 70% del prodotto vendibile in agricoltura proviene dal florovivaismo. Il settore che soffre di più è quello del fiore reciso, mentre le piante grasse e le aromatiche stanno avendo sul mercato un buon ritorno di rendimento”.