Quantcast
Cronaca

Euroflora 2011, taglio del nastro: domani apertura al pubblico

Genova. Countdown terminato, Euroflora 2011 è ufficialmente aperta: il taglio del nastro ad opera del sottosegretario Francesco Belsito, affiancato da Marta Vincenzi, sindaco di Genova, dal cardinale Angelo Bagnasco e dal sottosegretario Sonia Viale, ha dato il via alla decima edizione della kermesse più attesa dell’anno.

Un’edizione, come ribadito dal presidente della Fiera, Paolo Lombardi, contraddistinta da qualità elevata “in termini estetici e tecnici Siamo partiti bene – ha detto Lombardi nella presentazione – continueremo anche nei prossimi giorni a fare di Euroflora un grande successo di rilevanza internazionale”.
Un evento che la città attende da tempo. E se i dati del presidente della Camera di Commercio genovese, Paolo Odone, saranno confermati, il successo sarà anche in termini di indotto e di ricadute economiche, già anticipati con l’aumento delle presenze (+35%) negli alberghi. “Liguria e Genova, in tema di turismo, dimostrano un trend in controtendenza. Se il tempo ci assiste riceveremo 550 mila persone, con una ricaduta su tutta la regione pari a 10 milioni di euro”.

Euroflora, con i suoi 2 mila mq di esposizioni floreali per il solo padiglione ligure e gli eventi collaterali sparsi in tutta la città, riporterà Genova all’attenzione del mondo. “Sarà il successo di un mondo economico in crescita, ma anche la dimostrazione di una nuova voglia di collegare la nostra città a quell’idea di bellezza e sostenibilità ambientale che fiori, piante e orti già promuovono” ha detto la sindaco Vincenzi augurando pieno e meritato successo a questa decima edizione.

Anche la Provincia, rappresentata dall’assessore alle Politiche Agricole, Marina Dondero porterà il suo contributo: “Questa manifestazione – ha detto Dondero durante l’inaugurazione – non è solo un’occasione per mettere in mostra la professionalità dei floricoltori liguri, ma anche un’importante possibilità per far conoscere il nostro territorio, con le sue varietà tipiche e le biodiversità”.

Anche il sottosegretario alla semplificazione, Francesco Belsito, portando i saluti del Governo, prima di procedere con il taglio del nastro, ha sottolineato il ruolo dei floricoltori locali: “Euroflora è una manifestazione importante, penso soprattutto agli operatori del settore liguri, la cui economia va rilanciata, soprattutto dopo la crisi del 2009 che li ha pesantemente danneggiati. La Liguria è una regione molto bella, questi operatori hanno sempre fatto un grande lavoro, la kermesse internazionale renderà loro merito”.
Le autorità hanno poi proseguito con una visita ufficiale della mostra. L’ultima battuta, da buon genovese, l’ha rilasciata Aldo Spinelli: “Questa città deve smettere di mugugnare e iniziare, invece, a prendere esempio da questi grandi e meravigliosi eventi per restare unita e rilanciarsi”.

Tamara Turatti – Alberto Maria Vedova