Quantcast
Cronaca

Euroflora 2011, Berlangieri: “Esempio di turismo che si sposa con la cultura”

Genova. “Euroflora è una vetrina importante, sta andando molto bene, oltre le previsioni, e fa onore a Genova e alla Liguria”. E’ il commento dell’assessore regionale al Turismo e Cultura Angelo Berlangieri a margine della presentazione delle manifestazioni turistiche legate a ville, giardini e castelli di Liguria, Piemonte e Lombardia.

“Il turismo – prosegue Berlangieri – si sposa con la cultura vediamo in questi giorni Euroflora, dove presentiamo eventi che in Liguria si svolgono con i fiori, ricordiamo la battaglia dei fiori a Ventimiglia, le infiorate di Diano Marina oppure FlorArte che inizia proprio in questi giorni. Il prossimo 29 maggio verranno aperte le ville, i giardini e i castelli, non solo in Liguria ma anche in Piemonte e Lombardia, in concomitanza con Cantine Aperte”.

Inoltre presentiamo un progetto sistematico di organizzazione dell’offerta turistica culturale secondo quattro linee di prodotto e grazie a interventi importanti che la Regione ha messo a sistema in collaborazione con l’assessore Guccinelli. Le quattro linee prendono in considerazione forti e fortificazioni, giardini, ville e palazzi, parchi e una rete museale che tiene soprattutto in considerazione i musei del mare. Con queste quattro linee verrà realizzato il recupero e la valorizzazione di accessibilità, salvaguardia e messa a sistema di un centinaio di beni e musei. Per un intervento che vede l’utilizzo di circa 59 milioni di euro”.

E per quanto riguarda l’omaggio che la Regione Liguria, all’interno di Euroflora, ha fatto a Rodolfo Valentino, celebre attore italiano del cinema muto, Berlangieri afferma: “Parlando di fiori e delle iniziative della Regione Liguria legate alla promozione turistica e culturale, a cominciare dai giardini storici del territorio e dei giovani che si avvicinano a questo mondo credo che si debba ricordare Rodolfo Valentino, che cominciò a Genova, agli inizi del secolo scorso, nel 1911, come giardiniere, la sua grande avventura artistica che lo trasformò in un mito. Divenne giardiniere dopo aver seguito l’Accademia Reale dell’Agricoltura di Sant’Ilario, attuale istituto professionale per l’agricoltura Marsano”.

Alberto Maria Vedova – Elisa Zanolli