Emergenza profughi, Papi: “Non faremo tendopoli o accampamenti” - Genova 24
Altre news

Emergenza profughi, Papi: “Non faremo tendopoli o accampamenti”

Roberta Papi

Genova. Come più volte aveva dichiarato negli scorsi giorni la sindaco Marta Vincenzi, stamattina anche l’assessore alle Politiche Sociali e all’Immigrazione, Roberta Papi, ha ribadito che prima di tutto bisogna pensare alle persone e che quindi i profughi vanno accolti in modo civile. “Genova accoglierà i migranti senza accampamenti o tendopoli”, ha affermato.

“Su questo tema la confusione regna sovrana e, ancora ad oggi, non sappiamo quante persone dovremo ospitare, anche se più o meno si parla di circa 1400 per tutta la Liguria – continua Papi – però non si sa se arriveranno tutti insieme, scaglionati, o che cosa succederà”.

Sulla base dei numeri che sono stati comunicati, ha spiegato Papi, “siamo in grado di poter partire per accogliere i rifugiati, perché il Governo dice che dobbiamo accogliere solo i profughi anche se saranno loro immagino a distinguere”.

“L’Assessore Pastorino – ha proseguito l’assessore – ha già individuato alcune strutture e c’é la possibilità di un’accoglienza diretta e c’é anche l’opportunità di un’accoglienza sviluppata con vari soggetti, Caritas ma non solo, che possono mettere a disposizione delle strutture. Noi ci poniamo l’obiettivo di accogliere queste persone in condizioni igienico sanitarie civili. Anche perché se sono profughi dobbiamo pensare a tempi più lunghi”