Quantcast
Cronaca

Comunali 2011, Palomba: “Brossesco ha le qualità giuste per essere il nuovo sindaco di Valbrevenna”

Valbrevenna. Ottocento abitanti e cinque liste candidate per le prossime elezioni. Valbrevenna, piccolo comune situato nell’entroterra di Genova, si sta preparando alle prossime comunali previste a maggio. Come Propata anche qui ci sarà da battagliare per la conquista dei voti: cinque liste son davvero tante, ma in realtà solo tre si daranno filo da torcere.

Mario Palomba, sindaco uscente, è al suo secondo mandato e non può più candidarsi. Per questo motivo sostiene la lista “Valbrevenna viva” di Michele Brossesco, oggi vicesindaco.

“Sono più di 20 anni che sono in Comune, – spiega Palomba – da quando sono andato in pensione e mi sono ritirato in Valbrevenna. Sono stato prima consigliere, poi assessore e vicesindaco. Dieci anni fa ho deciso di candidarmi a primo cittadino, carica che ho ricoperto per due legislature. Tra 15 giorni lascio per sempre la politica: per legge e per una questione anagrafica non posso più candidarmi. Sostengo Michele Brossesco, la persona giusta per proseguire il lavoro”.

I 10 anni della legislatura Palomba sono stati impegnativi, come in tutti i piccoli comuni anche Valbrevenna ha le sue problematiche, soprattutto nel periodo invernale, ma tanti sono stati anche i risultati positivi.

“Brossesco darà continuità al nostro progetto di rivalutazione del territorio comunale. Abbiamo ristrutturato un edificio posto vicino agli uffici comunali creando una sala polivalente fiore all’occhiello di Valbrevenna, non ci sono altri centri così capienti in valle. E’ stata proseguita l’opera di bonifica idrogeologica sul torrente. Negli anni passati, infatti, ci sono stati interventi importanti per l’allargamento dell’alveo. Grazie al contributo di Ente Parco Antola, Regione Liguria, Provincia e Comunità Montana in 5 anni abbiamo riqualificato l’area attorno, spostando la strada, costruendo una piscina comunale, realizzando un luogo oggi molto amato dai turisti e villegganti.
Quello che si dovrà fare nei prossimi anni è proseguire su questa linea, tenendo in considerazione che i problemi da risolvere in un comune fatto da 80 km di strade, 7 parrocchie e 10 cimiteri sono sempre tanti. In inverno nevica spesso, è necessario spargere il sale, ripulire le strade. Negli uffici amministrativi abbiamo un solo dipendente perchè segretario e geometra sono a metà con altri Comuni, eppure il nostro bilancio è sempre stato in attivo”.

Ora è il momento di lasciare la poltrona, augurandosi che ad occuparla sia Michele Brossesco.
“E’ la persona giusta, – commenta Palomba – se c’è da rimboccarsi le maniche è il primo a farlo: dal taglio dei rami all’intervento su un impianto o sull’acquedotto. E’ nativo di Valbrevenna, ha un passato comunale anche lui, per questo lo sostengo, pur essendo di convinzione politica diversa dalla mia. Ma il colore politico in questi casi non è importante: nella mia giunta ci sono sempre state persone provenienti da diverse fazioni, quello che ci deve essere è la convinzione, il voler fare qualcosa per la valle. E’ necessario trovare persone di qualità e Michele Brossesco ha tutte queste caratteristiche”.

Più informazioni