Quantcast

Arenzano ricorda la tragedia della Haven: targa di bronzo posata sul relitto

Arenzano. Oggi la città, nel ventesimo anniversario dell’esplosione sulla petroliera Haven, ha ricordato l’evento con una targa in bronzo posata sul relitto dal il campione mondiale di apnea Gianluca Genoni.

Erano le 12.30 dell’11 Aprile 1991, quando un’esplosione ha scosso la superpetroliera Haven ancorata in rada ad un miglio e mezzo dal porto di Arenzano. Morirono 5 dei 36 membri dell’equipaggio e, nel giro di tre giorni, più di 140 mila tonnellate di idrocarburi vennero liberate, dando vita al più grave disastro ambientale mai verificatosi nel Mediterraneo.

La delicata e complessa opera di bonifica della petroliera, era stata ultimata nel giugno 2008: 17 anni più tardi erano state infatti recuperate le ultime 102 tonnellate di idrocarburi residui (greggio, nafta, gasolio e oli lubrificanti), ancora imprigionati nel cassero di poppa. Un intervento che costituisce un’importante esperienza pilota a livello internazionale.

“Per la Liguria fu un disastro immane 20 anni fa, ma nel tempo, grazie agli interventi, anche dei Comuni, e della natura stessa, c’é stato un buon rilancio. Restano delle pizze di catrame sul fondale, che si è inertizzato, e per questo vengono fatti continui monitoraggi e ricerche. Importante è vigilare sulle attività che vengono svolte su quei fondali, affinché non si vadano a raschiare”, ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente Renata Briano.