Quantcast
Cronaca

Albaro, mostrare proiettile alla moglie non è reato: assolto sessantenne

Genova. Assolto da ogni accusa. Secondo il gup, il sessantenne di Albaro, accusato di maltrattamenti e minacce, pur avendo mostrato alla moglie un proiettile di pistola, non è incorso in reato.

La donna, di qualche anno più giovane, aveva anche accusato il marito di averle puntato la pistola alla gola, e di averle mostrato il proiettile dicendole “Questo o è per me o è per te”. Sempre secondo la denuncia della coniuge che ha portato il sessantenne in giudizio, i motivi delle incomprensioni e della decisione di troncare la relazione stavano nel comportamento del marito, violento.

Il pm aveva chiesto l’arresto, poi respinto, dell’uomo che, interrogato dal gip, aveva ammesso di averle mostrato il proiettile, ma aveva però negato le minacce con la pistola, episodio non confermato neppure dai testimoni delle liti.