Val D'Aveto, Asl Chiavarese: risolti i focolai di anemia equina - Genova 24
Cronaca

Val D’Aveto, Asl Chiavarese: risolti i focolai di anemia equina

s.stefano d'aveto

Chiavari. Dal 29 aprile 2010 sono emersi sul territorio i primi casi di anemia infettiva equina nei Comuni di Carasco, Rezzoaglio e Santo Stefano D’Aveto. Le aziende sede di focolaio sono state sottoposte alle restrizioni come da Regolamento di Polizia Veterinaria.

“In accordo con i Comuni – comunica la Asl Chiavarese in una nota – sono state adottate tutte le misure preventive e di controllo previste dalla normativa, compresa l’emissione di Ordinanze di “zona infetta” per circoscrivere i focolai ed evitarne la diffusione alle zone limitrofe. La Val D’Aveto è stata interessata pressoché interamente dai provvedimenti restrittivi.
Nel frattempo sono state avviate, in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Genova, opportune indagini epidemiologiche”.

Dai controlli effettuati dalla Asl sono stati rilevati complessivamente 10 focolai, per un totale di 68 animali positivi.
“Dopo aver allontanato gli ultimi capi infetti, è stato effettuato, a partire dal 20 ottobre 2010, un primo campionamento a tappeto su tutti gli equidi presenti nelle zone infette (circa 400), con esito favorevole, a distanza di tre mesi, come previsto dalla normativa, il campionamento è stato ripetuto. Considerato che anche le analisi relative a quest’ultimo controllo hanno avuto esito favorevole – conlcude la nota- è stata appena trasmessa ai Sindaci la richiesta di revoca dei provvedimenti restrittivi adottati”.