Quantcast
Economia

Uil Liguria: “Abolire l’Irpef per ridurre i costi della politica”

Genova. Un’indagine sul territorio per individuare i punti di caduta delle amministrazioni e formulare proposte concrete per ridurre i costi della politica. E’ quanto intende fare la Uil Liguria che in una lettera aperta rivolta ai “cittadini e lavoratori”, dal titolo “Ridurre i costi della politica significa: abolire l’Irpef ed avere 400 euro in più in busta paga”, ricorda come dal giugno 2010 il sindacato abbia dichiarato lo stato di agitazione permanente contro gli sprechi.

Nella lettera si evidenzia come “ogni anno i costi della politica per Regioni, Province e Comuni ammontino a 3,3 miliardi di euro, ossia 85 euro in media per contribuente”.

“Nel 2010 – si legge nella lettera –  il solo costo per il funzionamento dei consigli e delle giunte regionali è stato di circa 1,2 miliardi di euro, pari al 14,1% del gettito derivante dall’addizionale regionale IRPEF. Per le Province, che da tempo dovevano essere abolite, il costo per il funzionamento dei rispettivi consigli e giunte è stato di circa 455 milioni di euro”.

Più informazioni