Quantcast
Altre news

Tigullio, Cartoons on the Bike: la Rai spiega la motivazione dell’annullamento

Tigullio. Cartoons on the bike è stata annullata a seguito delle polemiche sollevate negli scorsi giorni e Gianfranco Comanducci, vice direttore Rai e ideatore della manfiestazione, dopo aver incontrato Carlo Nardello, ha scritto una lettera indirizzata ai sindaci di Santa Margherita Ligure, Rapallo, Camogli e Recco, al Commissario Prefettizio di Portofino e al Presidente di S.T.L..

La decisione di annullare la manifestazione è stata presa dopo che la Rai ha letto alcune notizie sulla stampa locale, in cui si riportavano le dichiarazioni del sindaco di Santa Margherita. “Si esprimono perplessità sulla manifestazione ‘Cartoons on the bike’, raccontando di un disagio della popolazione locale, che noi non avevamo mai percepito di tale entità nelle tante riunioni preparatorie con i rappresentanti del territorio. Certamente qualche criticità, come tutte le manifestazioni ciclistiche, vi è ma viene compensata, a nostro parere, dalle ricadute di promozione del territorio”spiega il vice direttore Rai nella sua missiva.

“Cartoons on the bike è stato concepito e realizzato non certo come un divertissement per i partecipanti, ma come un progetto che il servizio pubblico ha lanciato lo scorso anno con il duplice obiettivo di: unire e promuovere il territorio del golfo del Tigullio, peraltro questo anno era previsto l’inserimento nel percorso di due ulteriori comuni (Camogli e Recco) e coinvolgere i ragazzi del vostro territorio, i vostri concittadini ed in generale il Paese sul tema universale dei valori sportivi e, in modo particolare, di quelli dello sport di fatica”.

“La nostra idea è di divulgare l’importanza di allenarsi su di sé, in squadra con le eccellenze dello sport e del mondo dell’imprenditoria, visto che il vero valore di una disciplina sportiva è appunto la sfida con se stessi. L’agonismo, la lealtà nel gioco di squadra, il concetto del sacrificio necessario per il raggiungimento di un risultato, il rispetto dell’avversario, sono alcuni dei valori che solo una sana attività sportiva può trasmettere alle giovani generazioni”.

Per questo motivo manager e campioni sportivi, quali Cassani, Chechi, Cipollini, Di Centa, Indurain, Lelli, Lucchetta, Rossi, hanno corso assieme ai ragazzi e quest’anno si sarebbe aggiunta la partecipazione di 25 bambini dagli 8 ai 10 anni che avrebbero dovuto svolgere una competizione di triathlon (nuoto, bicicletta e corsa). “Invece quello che sta accadendo alla vigilia del lancio della seconda edizione di ‘Cartoons on the bike’ contraddice questo sistema di valori condivisi. L’anno scorso abbiamo lavorato assieme con passione: sono stati fatti investimenti in uomini e mezzi che hanno prodotto diverse ore di programmazione televisiva e  consentito a migliaia di persone di festeggiare in piazza e sul percorso i campioni dello sport, i manager ed i giovani sportivi – continua il dirigente Rai – Le critiche atte a dividere e non a ricercare soluzioni sono contrarie allo spirito della manifestazione. Proprio quest’anno, inoltre, volevamo dedicare la manifestazione ai 150 anni dell’unità del nostro Paese. Unità, appunto, non divisione”.

“Come Rai abbiamo estremo rispetto per i rappresentanti del Territorio e per questo motivo abbiamo ritenuto opportuno rinviare al prossimo anno la seconda edizione di Cartoons on the bike che quindi si svolgerà, come peraltro successo lo scorso anno, in un luogo che avrà il piacere e non certo ‘l’obbligo’ di utilizzare tale evento per promuoversi. Abbiamo ritenuto che non sarebbe stato utile esporre gli atleti al clima di contrapposizione. I 300 ragazzi chiamati a partecipare alla manifestazione, le migliaia di persone che avrebbero assistito all’evento ed i milioni di spettatori tv avrebbero potuto percepire un cielo nuvoloso sopra l’evento frutto, non di una nube proveniente da un vulcano islandese, ma di una polemica che come tale, a nostro parere, è inutile divulgare” continua Comanducci.

“Il rischio che non dobbiamo far correre a questo splendido ed amato angolo di costa è di abbinare l’esercizio di nobili discipline sportive ad un momento di tensione – conclude –  La Rai, come servizio pubblico radiotelevisivo, sarà sempre un valido supporto delle istituzioni e lo faremo anche nel Tigullio con la manifestazione Cartoons on the Bay che si svolgerà con le stesse modalità del 2009 dal 7 al 10 aprile 2011. Ai manager, agli sportivi ed agli amatori, che avevano deciso di stare assieme ai ragazzi del Tigullio per ripetere un’esperienza che dallo scorso anno era rimasta nel loro cuore, va il nostro particolare ringraziamento ed un arrivederci al prossimo anno in un territorio, che vorrà condividere gli obiettivi tesi a valorizzare lo sport di fatica, come strumento di educazione per i giovani e promozione delle culture e tradizioni locali”.