Quantcast

Tagli alla cultura, Scialfa e Pellerano: “La Regione cercherà una soluzione tampone”

Regione. “La situazione della cultura è drammatica ed è inutile nasconderselo, a partire dal Carlo Felice. Non riusciamo più a dare i contributi degli anni passati”. A parlare è Nicolò Scialfa, consigliere regionale Idv.

“L’assessore al Bilancio ha fatto un’analisi chiara e nello stesso tempo terribile. Quello che possiamo fare è mettere in atto un’azione comune, integrando le forze di Regione, Provincia e Comune – continua Scialfa – Tutti i responsabili dei teatri e dei festival verranno ascoltati in commissione e ci porteranno anche il loro progetto, che noi porteremo poi nelle fondazioni bancarie, che dovrebbero impegnarsi e sforzarsi per finanziare la cultura. Il massacro nei confronti di scuola e cultura sta già dando i primi amari frutti. Un Governo serio deve fare sforzi per aiutare questi fondamentali settori, altrimenti non ne usciremo mai”.

Altre proposte arrivano dalla Lista Biasotti. “Noi siamo soddisfatti per quello che riguarda i finanziamenti e i numeri di presenze in diverse strutture e in diversi festival – spiega il consigliere regionale Lorenzo Pellerano – Ma crediamo sia necessario realizzare un luogo dove si incrocino i dati dei finanziamenti con quello che effettivamente viene fatto per la cultura in maniera tale che le risorse che abbiamo possano essere gestite al meglio. Sarebbe poi opportuno sollecitare anche le fondazioni bancarie che abbiamo in regione a rendere noti i dati per dimostrare che la cultura in Liguria fa un sistema unico e non che ogni ente fa il suo percorso”. Ma Pellerano non sembra guardare con ottimismo al futuro. “Essere ottimisti in questo momento, quando tutto il Paese sta vivendo un momento di crisi, è molto difficile – ha affermato il consigliere regionale – In ogni caso possiamo mettere in discussione il sistema della cultura, individuare gli sprechi e i canali privilegiati politici e fare un tavolo trasparente dove tutti vedano come vengono gestiti i soldi.