Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scatta l’ora legale: si dorme di meno, ma l’ambiente ne guadagna

Più informazioni su

Genova. Da questa notte si dormirà un’ora in meno. Scatta infatti l’ora legale  con lo spostamento delle lancette degli orologi un’ora in avanti. Ma, il cambio di abitudini di 60 minuti porta con se anche una buona notizia.

Terna, la società responsabile in Italia della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione, prevede infatti nei prossimi 7 mesi un risparmio complessivo dei consumi di energia elettrica pari a 646,4 milioni di kilowattora (644 milioni di kWh il minor consumo del 2010). Una quantità di energia che corrisponde alla metà dei consumi domestici annui del Friuli Venezia Giulia.

Secondo una stima, considerando che un kilowattora costa in media al cliente finale circa 13,5 centesimi di euro al netto delle imposte, il risparmio economico relativo all’ora legale per il 2011 sarebbe di oltre 85 milioni di euro.

Di conseguenza è prevista una riduzione di emissioni di Co2 per un valore stimato di oltre 300 mila tonnellate. Negli ultimi sei anni l’Italia ha risparmiato complessivamente oltre 4,3 miliardi di kilowattora, ovvero circa 585 milioni di euro e 2,4 milioni di tonnellate di anidride carbonica in meno.

Ma se da un punto di vista energetico il cambio dell’ora porterà dei vantaggi, gli individui più sensibili potranno avere qualche problema prima di abituarsi. Possono avere più problemi a causa del cambio di orario i bambini e coloro che soffrono di insonnia.

Potranno verificarsi maggiore stanchezza, minore concentrazione e prontezza di riflessi, spossatezza, irritabilità, ansia, malumore, mal di testa, tensione muscolare, che, in talune persone, possono durare anche un mese. Secondo gli esperti si dovrebbe passare gradualmente alla nuova situazione, magari, quando si può, spostando le proprie abitudini di 10 minuti ogni giorno: nel giro di tre giorni o al massimo di una settimana, nei più, tutto dovrebbe ritornare normale.

Altre persone addirittura possono trovare benefici dal cambio di orario. Con un’ora in più di luce può migliorare la situazione di chi si sente depresso. La luce stimola la produzione di serotonina l’ormone del buonumore. Con maggiore luce si è più allegri, si fa più movimento, insomma, si mette in moto quell’insieme di meccanismi, che fanno stare bene.