Santa Margherita: la minoranza attacca De Marchi e ne chiede formalmente le dimissioni - Genova 24
Cronaca

Santa Margherita: la minoranza attacca De Marchi e ne chiede formalmente le dimissioni

municipio santa margherita

Santa Margherita. Il sindaco De Marchi deve dare le dimissioni. E’ quanto sostengono i consiglieri di minoranza Alberto Balsi (Udc Non solo il centro), Angelo Bottino (Bottino sindaco), Claudio Marsano (Insieme-Santa nel cuore), Jolanda Pastine (Progetto per Santa) e per il Pdl, Gianni Costa e Piero Chiarelli in un comunicato.

La richiesta, che oggi verrà protocollata in Comune, viene fatta dopo la vicenda di Gattatico, dove De Marchi ha acquistato due appartamenti e due box e di un altro box all’ex Carmine dalla Cooperativa Costruzioni di Modena quando questa aveva eseguito un intervento all’ex Carmine e De Marchi era presidente dei Pii Istituti sammargheritesi.

Ieri alla conferenza stampa De Marchi ha ripercorso tutta la storia degli acquisti e con documenti ha dimostrato che nella sua azione non c’è stato nulla di illegale: il prezzo pagato era quello di mercato.

“Sono io – dice De Marchi – il primo a dire che se, sulla base di documenti e non di illazioni, verrà dimostrato chequanto pubblicato è vero, mi dimetterò. Le dimissioni di un sindaco non devono avvenire in relazione alle notizie dei giornali, ma nelle sedi opportune. Io, nel consiglio comunale che faremo al più presto, per parlare di questa vicenda, darò ai consiglieri di minoranza atti e documenti concreti. E chiederò ai consiglieri di produrre dei documenti per vedere se c’è anche solo un elemento, anche solo secondario, di non legittimità in questa vicenda. Si deve ragionare su dati, non su illazioni”.

La maggioranza è con lui, ma la minoranza parte all’attacco con anche una richiesta, pervenuta dal Partito comunista dei lavoratori, all’assessore regionale Briano di sospendere ogni ragionamento sull’intervento nel porto alla luce della vicenda Gattatico.