Quantcast
Altre news

Sampierdarena: Oshinoko Bunker Orchestra, Pazi Mine e Demetra Sine Die allo Zapata

Sampierdarena. L’associazione ricreativa culturale tigullina ACARI (Associazione Culturale Anti Razzista Indipendente) organizza, domani dalle 22.30 in poi allo Zapata, una serata live di tre fra i migliori gruppi di musica alternativa sperimentale italiani: Oshinoko Bunker Orchestra, Pazi Mine e Demetra Sine Die.

Oshinoko Bunker Orchestra nasce a Firenze nell’anno 2003. Nuovo progetto per due terzi dei De Glaen, band di rock non troppo ortodosso attiva dalla metà degli anni novanta fino al 2000. Dopo tre anni di silenzio, poi, è nato questo nuovo gruppo, sempre meno ortodosso. Rock energico, minimale, nervoso che a tratti si fa psicotico nella ricerca ossessiva di suoni e rumori in ripetizione. Quasi totale assenza di forme melodiche o almeno riconoscibili come tali. Sonorita’ intense e mai banali, niente campionatori, zero elettronica.

Pazi Mine è un progetto musicale formatosi come duo nel 2006 e poi ampliatosi fino a diventare quartetto. Nel giugno 2010, dopo 10 mesi di lavoro in sala prove e una costante attività live, realizzano lʼalbum omonimo di debutto. Il disco è stato registrato nel giugno 2010 al Blocco A di Padova sotto la supervisione di Giovanni Ferliga (Aucan), e masterizzato allo studio “la Maestà” da Giulio Ragno Favero e Giovanni Versari, e vede collaborazioni con: Giovanni Ferliga alle chitarre, Giulio Ragno Favero e Gionata Mirai (Super Elastic Bubble Plastic, Teatro degli Orrori) ai cori.

“Demetra Sine Die” è un progetto fondato nel 2003 da Marco Paddeu e Marcello Fattore, ispirati dal desiderio di creare un complesso universo di atmosfere cupe e a tratti rarefatte o pesanti e psichedeliche, enfatizzando il contrasto tra sentimenti di diversa natura, evocando ombre e luci dell’animo umano. Nell’agosto del 2004, con Stefano al basso, la band registra il primo Demo. Nell’aprile del 2006, stimolati dal rinnovo della line-up con l’arrivo di Adriano Magliocco al basso, i DSD aprono il concerto alla illustre band norvegese Theatre of  Tragedy e al gruppo goth-industrial Gothminster, a Genova. La band, da questo momento, è sempre più caratterizzata dall’unione conflittuale di parti cerebrali, decadenti e progressive, con una forte propensione alla formazione di percorsi psichedelici.

Tre grandi gruppi per questo concerto organizzato dall’ associazione ACARI, formatasi qualche settimana fa per opera del gruppo fuoriuscito dal Circolo Matteotti di Sestri Levante, unito ad altre realtà presenti nel Tigullio, nonchè ad ex associati del circolo stesso. L’intento è quello di sviluppare attività ricreative, culturali e sociali nel tigullio e, come nel caso di questo concerto, oltre.

Più informazioni