Quantcast
Sport

Sampdoria – Parma, Cavasin: “Lotteremo con unghie e denti”

Genova. Ci crede fermamente. Forse è l’unico, ma da speranza ai tantissimi tifosi ormai stremati da un campionato passato a soffrire. Alberto Cavasin, è arrivato da appena una settimana, ha già raccolto una sconfitta con il Catania, ma è lunico a pronunciare parole positive.  “Siamo pronti a tutto, con le unghie e con i denti per lottare sino all’ultimo. Calendario e classifica non mi interessano – ha detto il neo allenatore blulcerchiato – Non ho fatto tabelle e non voglio sprecare energie per questo, dobbiamo solo pensare di fare più punti possibili”.

In casa Samp si pensa soltanto alla ennesima difficile partita. Trentesima giornata, la prima di nove “finali”, un Parma lunatico che ha dimostrato di avere due faccie per tutto l’arco del campionato. Appena sconfitto in casa da cavani & Co., ma comunque imiprevedibile dal punto di vista fisico e mentale. “Non sono preoccupato – ha continuato Cavasin –  dico che il Parma lamentandosi dei torti subiti nelle ultime gare dimostra di essere più in difficoltà di quanto sarebbe. Abbiamo fiducia negli arbitri, sappiamo che non sono condizionati da queste cose. Chi alza la voce si aspetta di essere ripagato. Io non l’ho mai fatto, anzi, penso un po’ l’inverso: se uno va a pestare i calli può darsi che ti ripaghino con un altro pestone. Se cominciamo tutti a parlare di torti o ragioni si va a giocare il campionato fuori dal contesto e non sportivamente in campo”.

Ma Cavasin crede davvero che la Sampdoria possa salvarsi?  “Ci sono 7 squadre coinvolte – ha detto il tecnico – tutte racchiuse in pochi punti, credo che il responso finale sarà all’ultima giornata”. Il giudizio ai tifosi…