Quantcast
Sport

Sampdoria, Garrone: “Cavasin per la salvezza, Pazzini voleva andarsene”

Genova. “Per com’era Pazzini quest’estate sarebbe stato meglio far giocare Kristicic”. Il presidente della Sampdoria, Riccardo Garrone, all’indomani della dura contestazione dei tifosi, rispedisce al mittente le accuse, con toni più che accesi: “non hanno capito che Pazzini non si poteva tenere. Nessun presidente, a meno che non sia un folle, tiene un giocatore che fa di tutto per andare via”.

Garrone, arrivato in tarda mattinata a Corte Lambruschini per incontrare il nuovo tecnico blucerchiato, Alberto Cavasin, è apparso amareggiato e molto arrabbiato. Quanto all’avvicendamento Di Carlo – Cavasin, il patron ha rilasciato poche dichiarazioni: “Cavasin mi piace. Spero che la sua grinta sia utile alla Sampdoria. La scelta è arrivata valutando tutti gli altri allenatori disponibili che possano assumere l’incarico in questo momento, la sua storia, la sua professionilità e il suo temperamento vanno bene per la Sampdoria. Sul piano umano mi dispiace molto per Di Carlo, però a questo punto si guardano i risultati ottenuti”.
Alberto Cavasin sostituisce ufficialmente Mimmo Di Carlo esonerato. Alla firma del contratto del nuovo allenatore erano presenti tutti i maggiorenti della società, oltre al ds Doriano Tosi.