S. Margherita, convegno nazionale: “Il cardiologo e il medico di medicina generale sul territorio” - Genova 24

S. Margherita, convegno nazionale: “Il cardiologo e il medico di medicina generale sul territorio”

Santa Margherita. Da oggi pomeriggio e fino a sabato, presso l’Hotel Regina Elena(Via Milite Ignoto 44), si terrà l’importante Convegno Nazionale medico “Il Cardiologo e il MMG (Medico di Medicina Generale) sul territorio”. Per tre giornate consecutive, Santa Margherita diventerà la “capitale” italiana dei cardiologi, in quanto verranno affrontate, nuove problematiche, presentati nuovissimi farmaci, analizzati gli aspetti legali e assicurativi (presenti anche molti medici INPS) e, oltre ai medici sarà data la parola anche ai pazienti. Si parlerà anche di morte improvvisa e di prevenzione.

Il Convegno è organizzato da Roberto Pescatori, medico di Medicina Generale specialista in Cardioangiochirurgia, nonché consigliere nazionale ANCE (Associazione Nazionale Cardiologi del Territorio), e coordinatore Area Medicina Generale; e da Alberto Cavallini, specialista in Cardiologia e Responsabile Regionale ANCE Liguria. La segreteria organizzativa è a cura di ECM Service.
Anzitutto si partirà parlando di morte improvvisa: “Un fatto che purtroppo – esordisce Roberto Pescatori – può riguardare tutti. Ma i rischi possono notevolmente essere ridotti anche con uno stile di vita sano e con un’alimentazione corretta. Parleremo della dimensione e dell’incidenza del problema sulla popolazione, di quello che può fare il medico di Medicina Generale, del suo rapporto con il Cardiologo. Ci soffermeremo su infarti e ischemie, aritmie e sulla stenosi aortica, e le rispettive terapie. La Medicina, nella cura del cuore, ha fatto progressi enormi e di fatto l’incidenza della morte improvvisa potrebbe essere ridotta”.

Quanto al resto del Convegno. “In Italia – racconta Roberto Pescatori – esistono associazioni dedicate ai medici cardiologi: quelli ospedalieri, quelli universitari e quelli del territorio, che sono appunto rappresentati da trent’anni dall’ANCE, realtà che, da sempre, è impegnata all’insegna delle sinergie. L’obiettivo che perseguiremo è appunto quello di stabilire delle sinergie tra cardiologi ospedalieri, cardiologi operanti sul territorio e medici di Medicina Generale. Non sempre, infatti, prevale una linea comune nelle diagnosi e terapie, cosa che potrebbe non essere un bene è per il paziente”.

Il Convegno di Santa Margherita, darà proprio anche la parola ai pazienti: “È previsto – prosegue Pescatori – anche l’intervento di Giovanni Spinella, presidente di Conacuore, il Coordinamento Nazionale delle Associazioni di Cuore”. Inoltre, saranno presentati i nuovissimi farmaci per la cura del cuore e si terranno delle esercitazioni pratiche di Ecocolordoppler, Ecocardiografia ed Test da Sforzo.