Quantcast

Lettera al direttore

Riforma della giustizia: i pensieri delle associazioni di consumatori

Una riforma epocale della giustizia. Facciamoci delle domande e diamoci qualche risposta.
Il Governo sta approntando riforme definite epocali nel mondo giustizia. Risolveremo i problemi del cittadino? Avremo giustizia effettiva? La giustizia sotto organico e senza risorse non riesce a celebrare tutti processi e perseguire tutti i reati? Pensiamo un attimo a cosa implicherebbe l’abolizione dell’obbligatorietà dell’azione penale?

Una soluzione semplice: certi comportamenti censurabili resteranno e continueranno ad essere perpetrati dai soliti scellerati, ma grazie ad una prossima leggina potremo non considerarli più reato, o magari continueremo a considerarli reato ma smetteremo comunque di fare il relativo processo.
Infatti, così si va dicendo in questi giorni, qualcuno potrà indicare ai Pubblici Ministeri quali dovranno essere i reati da perseguire e quali invece no. Con buona pace di chi avrà patito quei comportamenti scellerati.

Pare questa la ricetta per la malata cronica, la Giustizia. Chi metteremo al riparo dai possibili processi? Quali saranno le vittime da reato che non vedranno nemmeno più iniziare il processo che dovrebbe garantirgli Giustizia?

I cittadini italiani a quale giustizia hanno e avranno diritto?

CONFCONSUMATORI
Confederazione Generale dei Consumatori
Federazione Provinciale di Genova