Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regione, liste civiche per Biasotti: “Tutti insieme a favore del Gaslini”

Genova. I consiglieri regionali delle liste civiche per Biasotti Presidente, Aldo Siri e Lorenzo Pellerano, hanno presentato nella seduta del Consiglio Regionale dello scorso 9 marzo un ordine del giorno, che è stato approvato all’unanimità in quella odierna e nel quale “si impegna il presidente Burlando a farsi promotore di un movimento di difesa dell’Ospedale Gaslini per rappresentarlo con la necessaria fermezza nelle sedi competenti e ad attivarsi presso il Governo affinchè questi si faccia carico di finanziare adeguatamente parte delle spese che l’Ospedale genovese dovrà sostenere per poter continuare ad offrire a tanti piccoli e sfortunati pazienti quelle cure, quell’assistenza e servizi che, per essere mantenuti su livelli di alta qualità ed eccellenza, richiedono ingenti ed evidenti sforzi nonché costi”.

“Abbiamo deciso di produrre questo atto – evidenziano i consiglieri – per dare ulteriore slancio a questo sentimento di vicinanza alle sorti dell’Istituto del capoluogo ligure, sentimento già abbracciato dal Cardinale Angelo Bagnasco e dal Ministro della Salute Ferruccio Fazio nelle loro recenti dichiarazioni e che abbiamo verificato oggi, con soddisfazione, essere unanimemente riconosciuto anche da tutti i colleghi Consiglieri”.

“Il Gaslini – sottolineano Siri e Pellerano – è stato ed è tuttora una struttura di eccellenza, nonché vanto della nostra Regione per le finalità operative dello stesso ovvero la salvaguardia della salute dei bambini; presso l’Istituto sono presenti tutte le specialità pediatriche ed oltre 15 laboratori scientifici, cattedre universitarie convenzionate (molte delle quali con relative scuole di specializzazione) e circa 500 posti letto complessivi utilizzati per 24.000 ricoveri ordinari all’anno, dei quali il 50% relativi a pazienti provenienti non solo da altre regioni italiane ma anche dall’estero”.

“Tutti questi risultati sono stati possibili ed acquisiti – ci tengono a ribadire in conclusione i consiglieri – grazie alla grande professionalità, competenza e dedizione del personale a tutti i livelli e settori, dai medici agli infermieri ed agli ausiliari nonché al personale amministrativo”.