Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regione, commissione su elisoccorso: Pd soddisfatto, Lega polemica

Più informazioni su

Regione. Continuano le polemiche sull’elisoccorso ligure. Oggi il presidente regionale del Soccorso alpino e speleologico della Liguria e il Comandante dei Vigili del fuoco, hanno presentato una relazione durante la seduta congiunta delle Commissioni III e VII in Regione. Diverse, e opposte, le reazioni dai banchi del consiglio.

“I Vigili del Fuoco svolgono, praticamente da sempre, grazie ad una convenzione tra il Ministero degli Interni e la Regione Liguria, il servizio di soccorso e trasporto sanitario, come in occasione del recente incidente sui monti della Val d’Aveto dove nonostante le condizioni meteo avverse l’elicottero ha tentato un difficile atterraggio e si è sfiorata la tragedia – hanno commentato i consiglieri Pd in una nota – Crediamo fermamente che il contributo per supportare il prezioso lavoro di queste due strutture sia garantire il nostro impegno in Consiglio regionale perché venga favorita e riconosciuta formalmente la migliore integrazione possibile dell’attività dei Vigili del Fuoco con la specifica attività del C.A.I. finalizzata al soccorso alpino e speleologico, fermo restando la piena soddisfazione della convenzione con il Corpo dei Vigili del Fuoco. Il Gruppo del PD lavorerà in questa direzione attivandosi da subito e consapevole che il coordinamento a livello regionale di tutti gli operatori impegnati a vario titolo sul territorio rappresenti la soluzione più efficace e tempestiva per un servizio ai cittadini di concreta utilità e rilevanza”.

Oposta visione invece dal capogruppo della Lega, Edoardo Rixi: “l’ormai celebre elicottero Agusta A109 Grand donato dalla Fondazione Carige alla Regione è ancora inutilizzato. Questo malgrado siano passati tre anni dalla firma della convenzione che ne prevedeva l’immediato impiego. Tutto ciò in contrasto con quanto dichiarato ufficialmente dai Vigili del Fuoco all’indomani del tragico incidente alpinistico di Santo Stefano d’Aveto. Inoltre va aggiunto che gli elicotteri, contrariamente alle direttive, non sono a completa disposizione del 118, mancando delle obbligatorie attrezzature sanitarie certificate e dei requisiti ministeriali per gli equipaggi di volo (Certificato di Operatore Aereo). E’ stato altresì constatato che dal 2001 manca una convenzione regionale con il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, come previsto dalle norme di legge. Quanto emerso in commissione – ha concluso il Capogruppo del carroccio – è assai grave ed evidenzia come in questi anni il servizio sia stato erogato in contrasto con le norme nazionali ed europee. Nella prossima commissione chiederemo all’assessore che il servizio di elisoccorso sia assegnato tramite una regolare gara d’appalto e che vengano riviste le convenzioni, al fine di garantire un servizio qualitativamente idoneo e quantitativamente adeguato, anche in considerazione del fatto che il territorio”.