Quantcast
Politica

Rapallo, cassonetti interrati: botta e risposta tra Capurro e Tosi

Rapallo. “Cassonetti interrati, dietrofront alla faccia di Tosi”. A pronunciare questa frase è il consigliere di minoranza Armando Ezio Capurro, che dopo l’annuncio del consigliere ai Servizi Ecologici Arduini Maini di non voler più realizzare cassonetti interrati, “stuzzica” Roberto Tosi, presidente de “Il Gabbiano” e consigliere con delega alla Qualità della Vita.

“Visto che Tosi dal 1995 ad oggi non è riuscito a farsi deliberare, dalle giunte che ha sostenuto, la realizzazione dei tanto decantati cassonetti interrati modello ‘Lugano’ e visto che proprio i cassonetti erano un punto fondamentale del programma della lista ‘Il Gabbiano’, così come la chiusura estiva della passeggiata – spiega Capurro nella sua interrogazione – chiedo se il consigliere Tosi, dopo la bocciatura dei cassonetti interrati e la non chiusura della passeggiata nei mesi estivi, è ancora organico alla maggioranza che sorregge Campodonico o piuttosto un corpo estraneo visto il non accoglimento di nessun punto programmato dalla sua lista civica”.

Pronta la risposta del consigliere Tosi: “Mi pare evidente che il consigliere ‘compagno’ Capurro, presente all’ultimo Consiglio Comunale, non ascolti quello che dicono gli altri, probabilmente perché dopo aver parlato non si interessa più di quello che accade in Consiglio – spiega – Nel mio intervento, infatti, ho ribadito di essere molto critico con la maggioranza”.

Il presidente de “Il Gabbiano” si riferisce alle 4 richieste fatte dalla sua lista civica. “Avevamo chiesto i cassonetti interrati modello ‘Lugano’, le telecamere in tutta la città con piani programmatici precisi, la chiusura della passeggiata a mare nei mesi estivi e la passeggiata pedonale da Rapallo a Zoagli – il consigliere di maggioranza – Finora è stato solo ‘realizzato’ il discorso delle telecamere perché è partita la gara. In questo momento, quindi, il mio giudizio nei confronti della maggioranza è negativo, ma come ho già detto, bisogna dargli la possibilità di completare il ciclo”.

Tosi attende con impazienza l’estate. “Aspettiamo con curiosità la prossima estate, che sarà l’ultima prima delle elezioni amministrative, per vedere cosa succederà alla passeggiata a mare, cioè per vedere se finalmente sarà chiusa al traffico”.