Profughi, da lunedì tavolo regionale per l’emergenza. Rambaudi: “Accoglienza organizzata in piccoli gruppi” - Genova 24
Cronaca

Profughi, da lunedì tavolo regionale per l’emergenza. Rambaudi: “Accoglienza organizzata in piccoli gruppi”

Lorena Rambaudi

Regione. “La giunta regionale ha affrontato il tema dell’emergenza dei profughi e cercato di impostare un lavoro che dovrà essere svolto in maniera rapida nei prossimi giorni. Dal Ministero stiamo aspettando una proposta con obiettivi numerici che dovremo coprire come Regione Liguria”. Lo ha detto stamane l’assessore regionale alle politiche sociali Lorena Rambaudi.

“Nel frattempo – ha spiegato – noi convocheremo tutti i dipartimenti coinvolti dalla protezione civile, alla sanità, all’immigrazione fino ad arrivare al sociale per lunedì pomeriggio come gruppo tecnico. Martedì mattina convocheremo Anci e Upi insieme alle Regioni, ai Comuni maggiori e alle Province per cominciare a creare questa rete territoriale che vedrà il coinvolgimento delle associazioni di volontariato e di tutti gli enti che si occupano di accoglienza”.

“L’idea è quella di avere tanti siti di accoglienza con gruppi piccoli, perché crediamo che questo sia il modo migliore per creare integrazione sul territorio. Sarà il Ministero a dirci quanti profughi accogliere, dobbiamo partire dal territorio e dalle strutture accoglienti presenti con uno sforzo e una responsabilità di tutti” ha aggiunto l’assessore Rambaudi.

“Il criterio base proposto da Maroni, un profugo ogni mille abitanti, è quello della proporzione della popolazione, ma ci sono altri elementi da tenere in considerazione. Non può essere solo una questione numerica. Il controllo sarà effettuato dal Ministro dell’interno, il finanziamento e la copertura delle spese è garantita dal governo attraverso un finanziamento della protezione civile, i piani regionali dovranno essere approvati dal commissario regionale che è stato nominato che provvederà alla copertura economica delle spese” ha specificato Lorena Rambaudi.