Quantcast
Cronaca

Liguria, Guccinelli su caro carburante: “Necessario neutralizzare l’Iva sui prossimi aumenti”

Liguria. Spingere il Governo ad assumere iniziative contro il rincaro dei carburanti attraverso un’azione congiunta di tutte le regioni italiane in sede di conferenza Stato Regioni.

E’ quanto chiede l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Renzo Guccinelli, attraverso una lettera indirizzata quest’oggi a Sara Giannini, assessore all’industria delle Marche e coordinatrice della commissione attività produttive della Conferenza delle Regioni.

“Serve un’azione portata avanti come Regioni italiane sia verso il Governo – spiega Guccinelli – sia verso le associazioni di rappresentanza delle imprese petrolifere con l’obiettivo di riportare la dinamica dei prezzi dei carburanti entro margini compatibili con la tenuta del sistema produttivo e sociale”.

“Le conseguenze della crisi libica – scrive Guccinelli – colpiscono infatti contemporaneamente famiglie e imprese del paese, con l’effetto di aggravarne le condizioni di vita e di lavoro. L’aumento del carburante in particolare mette in moto un processo inflattivo in un paese, come il nostro, già colpito dalla crisi, la cui ripresa risulta troppo lenta rispetto alle altre nazioni e può incidere in modo rilevante, sia sui costi della logistica, sia sulla determinazione del prezzo finale di vendita dei prodotti che per oltre l’80% sono trasportati merci su gomma ”.

Le dichiarazioni di Guccinelli arrivano dopo l’annuncio di altri aumenti. Dal sito quotidianoenergia.it vengono fuori gli ultimi rincari: Esso (+0,5 cent su benzina e diesel) come IP e Q8 e poi Tamoil (+0,5 sulla benzina e +1 cent sul diesel) e TotalErg (+0,7 sulla sola benzina).

Una prima azione da assumere, secondo l’assessore Guccinelli, potrebbe essere “la neutralizzazione dell’IVA sui prossimi aumenti, perché è assurdo che al rincaro dei carburanti contribuisca anche l’aumento del gettito fiscale”.