Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavoratori amianto, Vesco: “Soluzione provvisoria, la risoluzione vera è a Roma” foto

Regione. I lavoratori del settore amianto vedranno anticipati i soldi che al momento sono stati sospesi dall’Inps. Questo grazie all’approvazione all’unanimità in Consiglio Regionale del decreto legge 124 del 2004 sulla disciplina delle forme pensionistiche complementari.

“Diamo sostegno ai lavoratori che non percepiscono da più di tre mesi lo stipendio con un fondo già attivo e grazie alla norma approvata oggi all’unanimità, diamo diritto a poter attingere a questo fondo anche ai pensionati che non ricevono più soldi a seguito del ritiro dei benefici per l’amianto – spiega Enrico Vesco, assessore regionale al Lavoro – Credo che si tratti di un atto politicamente rilevante, che possa essere letto anche a livello nazionale come un impegno compatto da parte del Consiglio Regionale e anche come un messaggio. Questa, infatti, è una soluzione tampone, ma la risoluzione vera è a Roma. Ci auguriamo si attivino per dare certezze a quello che sta diventando un terribile disagio sociale per la nostra città”.

Vesco parla di tampone perché il sussidio regionale durerà per tre mesi. “A oggi la norma consente l’anticipo fino a un massimo di tre mesi, quindi attenua soltanto il disagio, ma non risolve il problema – conclude Vesco – Dobbiamo muoverci perchè venga attivato a Roma un tavolo con Inps e Inail per risolvere una situazione non più tollerabile”.