Quantcast
Cronaca

Genova, Voltri: i ricordi e i sorrisi, nasce la ludoteca del MiMe

Genova. Un giornale non vive solo di cronaca, ma anche di storie. La città, i suoi abitanti, chi la frequenta, chi la vive, chi prende il treno la mattina per attraversarla, chi si ferma annoiato al semaforo, chi cerca lavoro, chi lo ha trovato e lo vuole cambiare, insomma tutti noi, difficilmente ci riconosciamo nella cronaca quotidiana che una città e i suoi organi di informazione esprimono, ma ci riconosciamo nelle sue storie, nelle storie che una città sa creare, nelle storie che una città sa inventare. Queste storie devono essere raccontate. Almeno ogni tanto.

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”. Così cantava Fabrizio De Andrè, colui che più di ogni altro ha saputo raccontare Genova, soprattutto ai furesti. Se avesse conosciuto le ragazze e i ragazzi dell’”Associazione MiMe SportFriendly” forse avrebbe cambiato il secondo verso scrivendo “dal ricordo nascono i fior”.

Sì perché questa associazione che opera soprattutto nel voltrese, dunque nell’ultima frazione ponentina della lunga costa genovese, è nata nel ricordo di un amico: Michele Meardi, classe 1978, portato via da questa città e da quella Voltri che aveva saputo attraversare con un’energia unica e un sorriso incantevole, nell’ottobre del 2009. Un incidente in moto per le strade del Turchino.

È difficile immaginare e comprendere fino in fondo che dolore rappresenti un evento così, per chi è davvero coinvolto. È difficile immaginare quali reazioni si possano avere, come si possa reagire. Le ragazze e i ragazzi del MiMe hanno compiuto la scelta più difficile e intrapreso la strada più bella: non perdersi e non disperdere energie, stare uniti e accogliere altre persone, non vivere nel ricordo, ma far sì che il ricordo viva.

Tutto questo attraverso la creazione di eventi che hanno della vitalità il loro punto di forza: dal torneo di beach volley organizzato nel luglio scorso fino al pomeriggio di balli caraibici al PalaCep a novembre. Tutto questo potrebbe già essere sufficiente, sennonché in queste circostanze il MiMe raccoglie fondi per fare beneficenza. Proprio per questo motivo, grazie anche a un luogo messo a disposizione dall’Arciragazzi, questa settimana il MiMe ha cominciato ad allestire a Voltri una ludoteca per bambini.

Esistono moltissime iniziative che si possono immaginare e pensare, tutte lodevoli e importanti, ma trasformare il ricordo in gioco e il dolore nei sorrisi dei bambini è qualcosa di visionario e geniale.

La città e le sue storie, dunque.

Perché certe storie a volte vanno raccontate. Perché certi sorrisi non vanno dimenticati.

Più informazioni