Quantcast
Cronaca

Genova, tra Roberto Saviano e Marina Berlusconi è scontro aperto

Genova. Nuovamente uno contro l’altra, proprio come due mesi fa. Roberto Saviano da una parte, Marina Berlusconi dall’altra. Scontro aperto, di nuovo a Genova, proprio come era successo a fine gennaio, quando la presidente di Finivest e Mondadori, figlia del Premier, aveva attaccato lo scrittore per aver dedicato la laurea honoris causa ai Pm di Milano che lavorano sul caso Ruby. Proprio come allora si è di nuovo a Genova.

Lo scrittore antimafia, mentre si trovava all’interno della libreria Feltrinelli, ha così commentato: “Deve avere la responsabilità delle sue posizioni, fa l’editore e la figlia del premier a giorni alterni”.

E questo è solo l’epilogo di una giornata “infuocata”. Durante la registrazione del programma “Che tempo che fa” Saviano aveva detto: “Mi è venuta addosso per paura politica”.

Nel pomeriggio la risposta della Berlusconi, tramite un comunicato: “Di quale paura sta parlando Saviano? E di quale contraddizione? Non ho e non ho mai avuto paura di esprimere le mie opinioni, anche estremamente critiche: nei confronti di Saviano e non solo nei suoi. Il fatto è che Saviano continua a non distinguere, o a far finta di non distinguere, tra le mie opinioni personali e le scelte della casa editrice che presiedo. Tutti hanno il diritto di criticare e tutti possono essere criticati, ma criticare non vuol dire censurare”.

Dalla Feltrinelli di Genova Saviano commenta il comunicato: “Può non condividere quello che pubblica, ma deve avere la responsabilità delle sue scelte. E se mi sceglie deve avere la responsabilità di farmi fare certe cose, deve farmi fare il mio lavoro, altrimenti non mi sceglie. A meno che non faccia a giorni alterni la figlia del premier e l’editore…”.