Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, tagliato fondo per l’infanzia, Veardo: “Urgente tavolo Anci-Ministeri”

Più informazioni su

Genova. “Apprendiamo con sorpresa e sconforto che il Fondo nazionale per l’infanzia e l’adolescenza in favore dei Comuni tra cui figura anche Genova, è stato tagliato di oltre il 10%: a fronte dei 39.204.613 di euro previsti, saranno disponibili solo 35.188.814 di euro”. L’assessore comunale ai Servizi Educativi commenta così la notizia del nuovo importo riformulato alla luce della Legge di stabilità 2011 e del Decreto mille proroghe.

“Il Fondo per l’infanzia e l’adolescenza è da anni oggetto di lenta erosione per cui la cifra concordata di 39.204.613,00 euro era già sensibilmente ridotta rispetto al passato – aggiunge Veardo – Nonostante ciò, il Comune di Genova ha formulato e approvato il bilancio di previsione 2011 con riferimento alla quota parte di propria competenza di tale Fondo.
Il taglio del Fondo rappresenta l’ennesimo grave incidente istituzionale tra governo e Comuni, ma soprattutto pregiudica l’erogazione di servizi essenziali per l’Infanzia già pianificati e programmati”.

“Per questo, – prosegue Veardo – in qualità di assessore ai Servizi Educativi del Comune di Genova, sono tra i promotori, nell’ambito di ANCI, del blocco dell’intesa sullo schema di decreto richiesta alla Conferenza Unificata, convocata per oggi, e della richiesta con urgenza di un apposito tavolo di confronto tra ANCI, Ministero dell’economia e delle finanze e Ministero del lavoro e delle politiche sociali”.

“Siamo di fronte ancora una volta – conclude l’assessore Paolo Veardo – ad una riduzione irresponsabile delle risorse destinate alle politiche educative, che compromette l’innovazione e l’erogazione dei servizi alle famiglie con figli e destabilizza l’azione di progettazione e programmazione dei Comuni, tanto più necessaria in presenza di sempre minori risorse”.