Genova, Scidone su campo rom: "Lo sgombero era in programma da più di un mese" - Genova 24
Cronaca

Genova, Scidone su campo rom: “Lo sgombero era in programma da più di un mese”

Scidone

Genova. “Questo era l’ultimo accampamento di grosse dimensioni rimasto a Genova”. Lo ha detto l’assessore comunale alla Città sicura Francesco Scidone riferendosi alla baraccopoli sotto il ponte Pieragostini, in zona Cornigliano.

“E’ chiaro che è un problema che non si risolve, – ha spiegato Scidone – ma si sposta in un altro Comune, dato che manca al riguardo una normativa nazionale. C’é un continuo inseguimento. Comunque, dal momento del nostro insediamento nel 2007 a Genova si contavano tra le 800 e le mille presenze, mentre ora se ne registrano 200-250”.

Nell’ultimo mese erano state state identificate 104 persone di etnia rom, e la comunità di Sant’Egidio ed i Servizi alla persona del Comune avevano iniziato subito a lavorare per trovare situazioni alternative, tanto che da un mese a questa parte molti rom se ne sono andati dalla baraccopoli, e ieri allo sgombero erano presenti 31 persone, di cui 21 già identificati. Tra loro non erano presenti minori, ma solo una donna incinta che ha rifiutato gli aiuti e si è allontanata assieme agli altri.