Quantcast
Politica

Genova, Pastorino in Provincia: “Doppio incarico anomalo, ma così Sel si rafforza”

Genova. Sinistra ecologia e Libertà, il movimento che a livello nazionale fa riferimento a Nichi Vendola, si rafforza nel consiglio provinciale di Genova. A Salvatore Fraccavento, il consigliere eletto in quota Ronzitti nella liste di PRC nel 2007, si affianca ora Bruno Pastorino, primo dei non eletti nelle liste di PRC.

Bruno Pastorino che è anche assessore al patrimonio e alle politiche abitative del comune di Genova, subentra ad Alessandro Benzi che ha rinunciato al seggio provinciale per dedicarsi completamente al suo ruolo di consigliere regionale, come ha già fatto Raffaella Della Bianca (Pdl). Dei tre eletti, l’anno scorso, da palazzo Doria Spinola a via Fieschi resta così il solo Limoncini (Udc).

“C’è un elemento di imbarazzo e anomalia nel doppio ruolo – ha ammesso il neoeletto – ma il regolamento
del consiglio provinciale prevede questo per i nuovi gruppi. Sel è una entità che non era presente nel 2007, ma oggi questa doppia presenza, mia e di Fraccavento, meglio rappresenta numericamente il quadro politico attuale. Inoltre proprio la variante al puc del comune di Genova con tutte le implicazioni sul fabbisogno abitativo e il parere che dovrà esprimere la provincia sono temi che potremmo meglio affrontare”.

Il gruppo di PRC alla proclamazione del 2007 comprendeva Benzi, l’attuale capogruppo Gian Piero Pastorino e Fraccavento, si era poi arricchito della presenza di Giuseppe Nobile, primo dei non eletti nel PdCI, subentrato ad Alberto Corradi – nominato assessore e passato anche lui alla Sel per la confluenza del PdCi e di PRC nella federazione della sinistra. Oggi è ridotto a due consiglieri e Nobile non ha escluso un suo prossimo, possibile avvicinamento alla Sel.

Più informazioni