Quantcast
Cronaca

Genova, massacrata per strada dal fidanzato: è grave al San Martino

Genova. Scene di straordinaria follia in piazza Rusca, nel levante cittadino, dove la scorsa notte si è consumato un’episodio di inaudita violenza. Una coppia di genovesi, lui di 48 anni e lei di 42, stavano camminando per strada dopo essere scesi dallo scooter su cui viaggiavano, quando, improvvisamente, la discussione è degenerata e l’uomo ha incominciato prima a insultare e poi a picchiare a sangue la compagna.

Calci, pugni, percosse, una sequenza interminabile di violenza, che ha visto la donna picchiare la testa al suolo numerose volte per foi finire sdraiata sulla strada. Una macchina di passaggio, tra l’altro, è riuscira a frenare per un pelo e a evitare il corpo inerme della quarantuenne, stesa e immobile sulla carreggiata.

Per l’uomo sono immediatamente scattate le manette e una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, visto che il 48enne, per cercare di sottrarsi all’arresto, ha spintonato e aggredito anche i carabinieri del nucleo radiomobile, intervenuti prontamente sul posto. Il magistrato di turno ha poi disposto il suo trasferimento presso il carcere di Marassi. Quella che però ha avuto la peggio è stata la 42enne, trasportata con urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Martino e ancora in prognosi riservata, viste le gravi ferite riportate, in particolare un trauma cranico, lividi, escoriazioni e fratture in tutto il corpo. Restano ancora sconosciute le motivazioni che hanno fatto scattare la violenza, ma sembra che la lite sia scoppiata per futili motivi, probabilmente perché la donna non gradiva lo stato di alterazione alcolica in cui si trovava il compagno e glielo avava fatto presente.