Quantcast
Cronaca

Genova, in manette il “palo” della banda dei Rolex: non si escludono altri componenti

Genova. Si chiama Massimo Buonincontro, napoletano di 39 anni con precedenti di detenzione per rapine, furti e scippi. E’ lui il “palo” della banda dei Rolex, arrestato ieri sera dalla squadra mobile di Genova.

Mentre Ciro De Crescenzo, soprannominato “U mic” e arrestato lunedì, era il rapinatore, Buonincontro aveva il compito di garantire la fuga, colui che guidava lo scooter.

“Tecnicamente i due sono stati fermati per l’ultimo episodio, – spiega Gaetano Bonaccorso, dirigente squadra mobile di Genova – ora si procederà a ritroso per acquisire elementi probatori che possano contestare a loro anche gli altri episodi delittuosi. Si stanno facendo partire le indagini per ciascun singolo episodio. Potrebbe anche essere un gruppo più organizzato che prevede delle presenze diverse di volta in volta”.

I due malviventi utilizzavano pistole finte, ma con una tecnica particolare le vittime erano convinte che fossero vere: “Facevano esplodere – afferma Bonaccorso – una punta di trapano contro il vetro dell’autovettura, questo aveva un effetto dirompente nei confronti della vittima, che pensando si trattasse di spari contro il finestrino si spaventata, incapace di difendersi e quindi più facile da rapinare”.

Alberto Maria Vedova – Elisa Zanolli