Quantcast
Economia

Genova, il Porto Antico si apre al Piemonte

Genova. Promuovere e far conoscere il Porto di Genova per incrementare la vita economica del capoluogo ligure. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato dai vertici istituzionali della Provincia di Genova e della Provincia di Alessandria  questa mattina presso il Genoa Port Center, ai Magazzini del Cotone.

L’accordo, che prevede l’avvio del progetto ‘Il porto del Nord Ovest’, è stato siglato da Alessandro Repetto, presidente della Provincia di Genova, e Massimo Barbadoro, assessore della Provincia di Alessandria delegato dal presidente Paolo Filippi (impegnato oggi a Torino per una celebrazione ufficiale per i 150 anni dell’unità d’Italia).

L’intento è quello di dare vita, nell’ambito del programma ‘Cittadini del Porto’ sostenuto dalla Fondazione Carige, a una serie di iniziative rivolte in particolare al mondo della scuola e dell’associazionismo sociale, che intendono far conoscere, attraverso la visita alla struttura espositiva del Genoa Port Center, nato ormai un anno fa, e il giro del porto di Genova in battello, la realtà complessa e affascinante del porto genovese, strettamente interconnessa con la vita economica e sociale non solo del capoluogo ligure, ma anche della vasta area di riferimento rappresentata dal Nord Ovest, dove spicca per importanza l’Interporto di Rivalta Scrivia, in provincia di Alessandria.

L’idea che guida questa iniziativa è che, mentre si progettano e si costruiscono i retroporti fisici per le merci in transito nel porto di Genova, essenziali da una parte per lo sviluppo dei traffici portuali della nostra città, e dall’altra per l’efficienza logistica dell’economia del Nord Ovest, che gravita sul nodo portuale genovese, occorre costruire in parallelo anche dei ‘retroporti culturali’, ossia delle strutture e delle attività che favoriscano la
conoscenza di questi fenomeni da parte delle popolazioni e l’impatto sociale ed economico che essi hanno sui rispettivi territori.

L’importanza di questa azione, che pure tocca la vita economica solo in modo indiretto, è testimoniata dalla presenza alla firma di oggi di Luigi Merlo, presidente dell’Autorità portuale di Genova, oltre che di un consigliere d’amministrazione della Fondazione Carige, Angela Testi.

Il progetto ‘Il porto del Nord Ovest’ prevede la cooperazione tra la Provincia di Genova e quella di Alessandria per offrire da una parte alla popolazione alessandrina l’opportunità di visitare il porto di Genova attraverso il Genoa Port Center e di fruire degli approfondimenti e dei laboratori del progetto ‘Cittadini del Porto’, e dall’altra alla popolazione genovese la possibilità di conoscere il ruolo e le strutture del territorio alessandrino
nell’ambito del sistema logistico del nord-ovest in cui si situa e opera il porto di Genova.

La Provincia di Alessandria si impegna a promuovere e sostenere il ‘Porto del Nord Ovest’ presso le scuole del proprio territorio e presso le imprese, i gruppi e le associazioni della società civile alessandrina, mentre la Provincia di Genova si impegna a promuoverlo favorendo l’accoglienza e la conoscenza del porto di Genova da parte del mondo studentesco e dell’associazionismo proveniente dal territorio alessandrino.

Già nei prossimi mesi, prima della fine dell’anno scolastico, cominceranno le visite di alcune classi alessandrine e di alcuni gruppi di cittadini anziani e pensionati associati con Auser, che già collabora con il Genoa Port
Center, mentre dal prossimo anno scolastico le visite diventeranno regolari e si alterneranno a visite di studenti genovesi all’interporto di Rivalta Scrivia.