Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Fai di Primavera: visite straordinarie ai gioielli della città

Genova. Sabato e domenica la delegazione FAI Genova partecipa alla diciannovesima Giornata FAI di Primavera, che in tutta Italia permette di scoprire monumenti e luoghi spesso inaccessibili, ed offre al pubblico visite straordinarie ad alcuni gioielli del patrimonio storico e artistico di Genova e della sua provincia: il Palazzo della Banca d’Italia, il Museo del Risorgimento, la storica Barbieria Giacalone e l’Abbazia di San Fruttuoso.

“Siamo tutti fratelli d’Italia, quest’anno in modo particolare – ha commentato Sonia Cevasco Asaro, Capo Delegazione FAI Genova – La XIX Giornata FAI di Primavera sarà una straordinaria festa di piazza,una mobilitazione popolare che si lega, oggi più di prima, al  patrimonio artistico, alla cultura, alla natura, all’identità del nostro paese. Sostenere il FAI è un gesto concreto e decisivo, il modo più efficace per scendere  in difesa del nostro patrimonio artistico e paesaggistico,per manifestare il nostro orgoglio nazionale. FAI non è solo una sigla ma  è anche  voce del verbo ‘fare’”.

Fiore all’occhiello della manifestazione sarà quest’anno la sede genovese della Banca d’Italia. Inaugurato nel 1916, il sontuoso Palazzo, dichiarato dal Ministero per i beni e le attività culturali edificio di interesse storico-architettonico, è un esempio di eclettismo architettonico e neoclassicismo accademico, con predilezione di materiali nobili, marmi pregiati, bronzi, ferro battuto, e fasto dei locali interni.

Oltre al Salone, abitualmente aperto al pubblico e arricchito di grandi dipinti raffiguranti momenti esemplari della storia della Repubblica di Genova attraverso le imprese di grandi genovesi, saranno eccezionalmente accessibili anche alcuni uffici, tra cui la Sala del Consiglio, con il grande Arazzo del “Giudizio di Paride”, di manifattura Gobelin, e l’ufficio del Direttore. Visitabile per la prima volta anche la ex – sacrestia, già adibita a cassette di sicurezza, ovvero il caveau con le oltre 5000 cassette di sicurezza, inaugurato nel 1922 e attivo fino al 1972, oggi restaurato con una funzione di memoria storica dell’attività della Banca.

In occasione del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia – per il quale il FAI ha organizzato uno speciale percorso risorgimentale a livello nazionale – il FAI Genova ha voluto coinvolgere nella Giornata di Primavera anche il Museo del Risorgimento – Istituto Mazziniano. Ospitato in quella che fu la casa natale di Giuseppe Mazzini, il museo conserva documenti e cimeli risorgimentali (autografi, oggetti, divise, bandiere, ecc.) che illustrano il percorso storico da Balilla all’impresa dei Mille, a Roma Capitale. Di rilievo le sezioni dedicate a Goffredo Mameli e all’ “Inno Nazionale” e quella che ha per protagonista Garibaldi e la sua epopea.