Quantcast
Cronaca

Genova, da domani l’AISM: una gardenia per la ricerca

Genova. Per malattie come la sclerosi multipla non esistono mai momenti più importanti e momenti meno importanti. Eppure la ricerca, quando e dove trova fondi, non si ferma nel tentativo di dare nuove speranze a chi soffre di questa malattia degenerative del sistema nervoso, o a chi potrebbe esserne colpito in futuro. I dati sono agghiaccianti, 1,3 milioni di persone colpite nel mondo, 60 mila in Italia. Come noto questa malattia non è mortale, ma è fortemente invalidante, e le cause sono ancora ignote.

La risposta a questa situazione, banale e nota è: bisogna fare più ricerca. Per fare ricerca c’è bisogno di fondi. E’ proprio per questo che domani l’ASIM, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, scende in piazza per recuperare finanziamenti. L’associazione, che ha la sua sede nazionale proprio a Genova, sarà in quasi 3.000 piazze italiane.

Nel genovese, oltre ogni aspettativa degli stessi organizzatori, saranno allestiti quasi novanta banchetti in diversi punti di raccolta in tutta la provincia, più di duecento i volontari coinvolti. L’elenco è lungo, con l’affiancamento alle note piazze e via cittadine (Galleria Mazzini, via Venti Settembre, via Cesarea, via San Vincenzo) di molti supermercati nelle diverse frazioni e nei diversi comuni del genovese (Voltri, Prà, Pegli, Bolzaneto come Arenzano, Cogoleto, Bogliasco, Rapallo, Chiavari), che hanno così offerto la loro disponibilità.

A questi banchetti saranno distribuite delle gardenie, l’offerta minima è quella di 13 euro, ma è ovvio che qualsiasi altra donazione sarà benvenuta.