Quantcast

Disturbi alimentari, Pdl: “Finanziare le cure dei malati, non i nuovi uffici Asl3”

Genova. Dopo la tragica scomparsa di Giulia la 17enne stroncata da un malore e in lotta da tempo contro la bulimia, i consiglieri regionali Matteo Rosso e Roberto Bagnasco (Pdl) annunciano un’interpellanza urgente. “E’ doveroso che Burlando e Montaldo aprano gli occhi e inizino a capire che sempre più persone, specialmente giovani, anche nella nostra regione sono affette da questa terribile ed insidiosa malattia con richieste di assistenza che negli ultimi anni sono più che duplicate”, spiegano Matteo Rosso capogruppo PDL e Roberto Bagnasco vicepresidente della Commissione Sanità che si dicono inoltre fortemente rattristati per quanto accaduto hanno anche parole di encomio per i sanitari che si occupano di queste patologie “Comprendiamo il loro sconforto ed il loro stato d’animo, questi operatori sanitari fanno quello che possono – aggiungono i consiglieri– con gli scarsi mezzi messi a loro disposizione”.

Gli esponenti del Pdl, rendono noto che su questo grave problema avevano già presentato un’ interrogazione urgente in Regione e ricordano che a Maggio del 2009 ad un convegno organizzato allo Star Hotel di Genova dall’Associazione Familiari contro i disturbi alimentari (Afcoda) era stato chiesto all’assessore Montaldo come la Regione intendesse affrontare questo impressionante aumento della richiesta di assistenza sanitaria “già allora le famiglie avevano messo sul tappeto due problemi urgenti: l’esiguità dei posti letto presenti in Liguria e il potenziamento del personale del Centro di Quarto – spiegano Rosso e Bagnasco – In quell’occasione Montaldo aveva assicurato, tranquillizzando le famiglie in merito al fatto che l’amministrazione regionale stava già lavorando in questa direzione, che nel giro di un anno una piccola struttura sarebbe stata aperta a Genova”.

“Purtroppo siamo nel 2011 e ad oggi nulla è stato fatto con un evidente carenza strutturale del servizio per via della limitatezza di posti letto, solo 12 in tutta la Liguria, e le conseguenti lunghissime liste d’attesa che obbligano a cercare aiuto e strutture adatte per un ricovero in altre regioni ”
I consiglieri del centro destra rimarcano “nella nostra regione questo tipo di patologie colpisce oltre il 4% della popolazione che va dai 15 ai 55 anni con solo 12 posti letto a disposizione. Troviamo tutto questo grave e paradossale: un ritardo ed un’ insufficienza inaccettabile che deve necessariamente essere colmata affinchè casi tragici come quello di questa povera ragazza non accadano mai più”.

“Per questo chiediamo con una nuova interpellanza di capire quali siano le reali sensibilità di Burlando e dell’ assessore davanti a questa grave malattia e se non ritengano necessario destinare risorse economiche per creare strutture adeguate alle cure. Non osino replicarci che non ci sono risorse economiche – concludono duramente i due consiglieri – perchè proprio in questi giorni la Giunta ha definitivamente autorizzato l’ ASL3 a spendere 17 milioni di euro per comprare una nuova sede dove è gia deciso che andranno non i malati ma il personale amministrativo. Noi vogliamo che si blocchi questa enorme spesa e si utilizzino questi soldi per curare i malati e andremo fino in fondo a questa battaglia e annunciamo che un minuto dopo che verrà firmato l’atto di acquisto dell’immobile presenteremo un esposto alla Corte dei Conti”