Quantcast
Cronaca

Dal 21 marzo biglietto integrato Atp-Amt, Sardi: “Disponibili all’incontro”

Genova. “Da parte dell’azienda c’è completa disponibilità a incontrare e confrontarsi con i cittadini”. Luigi Sardi, direttore generale Atp, conferma la linea del dialogo, messa in discussione negli ultimi giorni dagli utenti che, da lunedì, hanno dovuto affrontare il taglio linee operanti nella provincia genovese. “Non siamo in presenza di tagli – precisa Sardi – ma di rimodulazioni del servizio. Tenendo conto della difficoltà strutturale in cui versa il trasporto pubblico locale, dopo i tagli, quelli veri, di Tremonti, abbiamo cercato di intervenire eliminando corsie inutili, ma solo dopo una serie di rilievi ad hoc effettuati sul trasportato in una giornata media e su tutte le linee principali”.

Quanto al grido d’allarme lanciato dai cittadini, come riportato da un nostro precedente articolo, secondo cui “il discorso dei tagli può anche andare bene, ma è necessario farlo ragionando e razionalizzando nella maniera giusta, non tagliando a caso le linee” il direttore generale Atp ha dichiarato una serie di “modifiche in corso d’opera”. “Nei prossimi 15 giorni – spiega Sardi – interverremo su alcune situazioni in cui sono emerse criticità. Per esempio, su un paio di corse a Serra Riccò nell’ora di pranzo e sul servizio di Sant’Olcese, da rivedere”. La consulta dei Sindaci, costituita dalla Provincia, servirà anche per creare una rete di collegamento tra i vari interlocutori sul territorio, in modo che l’azienda possa gestire al meglio il servizio di trasporto pubblico. “Atp è coinvolta in una serie di colloqui con i sindaci, ciò non toglie la disponibilità dell’azienda a incontrare i cittadini”.

A sorpresa, sull’aumento dei biglietti, altra questione su cui piovono le critiche degli utenti, dopo alcuni “ritardi tecnici” sembra aprirsi uno spiraglio: il 21 marzo saranno a disposizione i biglietti integrati Amt-Atp al costo di 2 euro per 100 minuti, oppure il blocchetto da 11 corse a 20 euro. “E’ vero – conclude Sardi – le tariffe sono state ritoccate, ma per molti cittadini il bus Atp e l’allungamento a 100 minuti risultano molto più convenienti del treno”.

Più informazioni