Quantcast
Sport

Cavasin sconfitto: la Sampdoria affonda a Catania

Catania. Un (bel) gol al 30′ di Llama affonda le speranze della Sampdoria nella pozza del Massimino. Catania verso la salvezza e Sampdoria con un piede più vicino alla serie B, anche se i risultati sugli altri campi potrebbero mantenere la classifica invariata, date le sconfitte di Lecce e Chievo. Ridotta quasi subito in 10 dopo l’espulsione di Tissone, la squadra di Cavasin non ha fatto l’auspicata rivoluzione e come da copione ha preso gol da distanza e non è riuscita a segnare. Nonostante il cambio allenatore i problemi rimangono e la situazione per i blucerchiati si fa sempre più delicata, con una mancanza ormai costante di reti nella porta avversaria e l’ennesima sconfitta da portare a casa.

Dopo il doppio giallo nei confronti di Tissone, il Catania prova a portarsi in vantaggio ma il terreno, in pessime condizioni, rende ardua l’impresa, in quella che molti spettatori, invocando remi e calotte, descrivono come una partita di pallanuoto più che di calcio. La partita si sblocca solo nella ripresa con il gran sinistro al volo di Llama che insacca alle spalle di Curci.
Nel finale la Samp prova a recuperare, con il Catania che invece tiene la palla e prova a ripartire in contropiede. Dopo i tre minuti di recupero concessi da Rizzoli, le speranze della Sampdoria si spengono definitivamente. Da domani, metallizzata la sconfitta, Cavasin deve pensare ad un unico obiettivo: salvezza. Il calendario, almeno sulla carta, sembra consentirlo.

Più informazioni