Quantcast
Cronaca

Caso Equitalia: udienza preliminare per i quattro imputati

Genova. Abuso d’ufficio e falso: questi i capi di accusa per cui sono stati chiamati a rispondere Piergiorgio Iodice e altri tre dipendenti della Gestline, la società di riscossione a cui è poi subentrata Equitalia, per un pignoramento illecito nei confronti di un malato di Alzheimer.

Oggi durante l’udienza premilinare del processo che li vede coinvolti, sono intervenuti i pm e i legali di parte civile, e in parte i difensori. Secondo l’accusa Iodice e gli altri tre dipendenti, Silvia Angeli, Roberto Maestroni e Pierpaolo Trecci, avrebbero pignorato l’appartamento a un malato di alzheimer, per un debito di valore inferiore ai limiti previsti dalla legge, con falsificazione di un verbale di rinvio della vendita che sarebbe stato eseguito in modo non regolare. Secondo quanto ricostruito dal pm Francesco Pinto, che ha condotto l’inchiesta, tutte le fasi del pignoramento e della successiva vendita dell’immobile, nel quartiere residenziale di Nervi, sarebbero state eseguite in maniera irregolare. Pinto ha chiesto inoltre il rinvio a giudizio dei quattro. La prossima udienza è fissata per il 29 marzo.