Calcio femminile, serie B: il Bogliasco Pieve abbatte l’Arezzo con un secco 6 a 1 - Genova 24
Sport

Calcio femminile, serie B: il Bogliasco Pieve abbatte l’Arezzo con un secco 6 a 1

sport

Bogliasco. Il Bogliasco Pieve ricomincia con il piede giusto, dopo le due settimane di sosta, e cala un set contro l’Arezzo: 6 a 1 il risultato.

Con questa vittoria le biancocrociate si confermano terze in graduatoria, a 3 punti di distanza dalla capolista San Zaccaria, a 1 dall’Imola, che ha però una gara in più, ed a pari merito con il Villacidro. L’inseguitrice più insidiosa, in chiave promozione, si manifesta ormai chiaramente nelle riminesi del Castelvecchio, che inseguono a – 7 dalla bogliaschine.

L’impegno di domenica presentava molte insidie, in particolare per la già citata doppia settimana di stop che ha riguardato le ragazze, le quali dovevano anche riscattarsi dopo l’ultima sconfitta patita in Sardegna. Missione compiuta, al termine di un match che ha visto però le padrone di casa stentare parecchio, sotto il profilo del gioco, per gran parte della prima frazione, conclusasi sul punteggio di 2 – 1, ed uscire con veemenza nel corso della ripresa, fino a conseguire al termine uno score molto largo.

L’Arezzo è piaciuto per combattività sino a che è rimasto in partita: le toscane sono poi crollate dopo il goal del 4 a 1, fiaccate soprattutto nel morale. La gara ha visto il ritorno in panca di mister Roberto Minoliti, dopo una lunga assenza per motivi di salute, e ben tre gare vissute al telefonino da casa. In panca anche il portafortuna del Bogliasco, il medico Bardini: con lui due vittorie, 9 reti fatte e 1 subita.

Minoliti si affida ad un undici così composto: Piola in porta, Conigliaro, Zucconelli, capitan Librandi e De Blasio in terza linea; Massa, Zoppi, Anzaldi e Boggero a centrocampo; Baldisserri e Favilli di punta. Le locali hanno un iniziale buon approccio al match: Boggero appare vivace sulla fascia sinistra, ed al 7° caracolla bene in area, ma invece di rientrare per la conclusione, tenta un improbabile tiro che Antonelli neutralizza con facilità. Al 10° sembra fatta, ma Cristina Massa, brava ad infilarsi su di un taglio da manuale di Baldisserri, dopo aver controllato nei pressi dell’area piccola, non riesce a segnare, tirando addosso ad una ormai disperata e sdraiata Antonelli che respinge miracolosamente con il corpo. Al 18° la stessa Boggero si incunea in area, attira l’estremo amaranto fuori dai pali e conclude cercando l’angolo più lontano, Antonelli si distende e ribatte, sulla sfera si avventa come un falco Ilenia Baldisserri che non fallisce il tap-in vincente.

Il Bogliasco insiste ed al 25° raddoppia: Boggero è molto abile a superare in corsa la diretta avversaria con una magia, tocco elegante in velocità, e poi via verso la porta avversaria, Antonelli esce ma nulla può sulla precisa rasoiata di Francesca: pallone che finisce la sua corsa nell’angolino sinistro e gonfia la rete. Raggiunto il doppio vantaggio il Bogliasco si produce in un’insidiosa e stucchevole involuzione, arretrando il proprio baricentro, non pressando più come prima le centrocampiste avversarie, e giocando troppo di fino in retroguardia: a creare qualche grattacapo ci pensa la veloce Cioran, abile ad infilarsi tra le linee e a manovrare bene con le compagne di reparto. Attorno al 38° l’Arezzo prova a spingere con maggiore convinzione, le biancocrociate mancano in almeno tre occasioni il rinvio liberatorio, la palla giunge infine in area, dove un intervento sconsiderato di Zucconelli in scivolata provoca un rigore tanto netto quanto inutile: dal dischetto calcia Roselli, il rasoterra è angolato, Piola intuisce e va giù bene, ma è sfortunata, la sfera le rimbalza proprio davanti alla mano e finisce in rete.

La marcatura ospite non fa bene al morale del Bogliasco, che conclude in un inaspettato affanno la prima frazione. Negli spogliatoi si sente tuonare il mister, poco soddisfatto della prova delle sue ragazze. La ripresa si apre con una colossale occasione per arrotondare il punteggio: Boggero si trova a tu per tu con il numero uno toscano, uscito abbondantemente fuori dalla propria porta, potrebbe avanzare, ma decide di provare a segnare dalla lunga distanza, sbagliando sciaguratamente la mira. Qualche minuto dopo brivido in casa Bogliasco: Zucconelli appoggia indietro di testa sorprendendo Piola e mandando il pallone ad accarezzare il palo, sfiorando un clamoroso autogoal. Minoliti cambia: fuori Anzaldi e dentro la giovane Camisassi, che va a prendere il posto di Sivia De Blasio in difesa, riportando la stessa giocatrice a centrocampo. Non passano cinque minuti e Nietante riassapora il terreno di gioco, dopo lo stop forzato per l’operazione, entrando al posto di Favilli; Sissi va a destra, Massa si sposta a sinistra e Boggero passa centravanti.

Il Bogliasco si muove decisamente meglio, prendendo in breve il controllo del centrocampo ed al 17° la nuova entrata Nietante combina bene sulla fascia sulla lanciatissima Librandi, Carola vola via in maniera devastante e crossa perfettamente al centro, dove Baldisserri si produce in un ottimo stop e successivamente conclude al volo in porta, palla sul palo e poi in rete, assolutamente imparabile per Antonelli. Al 24° Daniela Zucconelli si fa perdonare la leggerezza commessa in occasione del penalty procurato e si inventa una punizione maligna dai venti metri, in posizione decentrata, che inganna l’estremo ospite.

Al 27° la neo entrata Basso si produce in un brillante assolo, salta in velocità le avversarie, supera anche il portiere in disperata uscita, ma si allunga di un soffio la palla, non riuscendo a segnare a porta vuota nonostante un tentativo in scivolata. La Basso si riscatta dopo pochi minuti: Zoppi illumina, Marta si fa trovare pronta in corridoio, la sua penetrazione è decisa, così come è violento e preciso il suo fendente a battere l’incolpevole Antonelli. Chiude i conti al 35° una tenace Giovanna Zoppi, che festeggia con il goal personale il suo compleanno, saltando in rapida successione alcune giocatrici ospiti e calibrando un perfetto diagonale che manda la sfera alle spalle di Antonelli. Al 36° Baldisserri esce dal campo per il riacutizzarsi di un fastidio muscolare ed il Bogliasco chiude in dieci la partita. Nel finale da registrare una parata dell’estremo amaranto su gran botta in corsa della scatenata Zoppi.

Il Bogliasco Pieve ha giocato con Piola, Massa, De Blasio, Conigliaro, Zucconelli, Anzaldi (s.t. 8° Camisassi), Librandi, Zoppi, Favilli (s.t. 14° Nietante), Baldisserri, Boggero (s.t. 25° Basso); a disposizione Romeo, Aloi, D’Annunzio, Guttuso.

I risultati del 16° turno:
Villacidro Villgomme – Anspi Marsciano 1 – 0
Bogliasco Pieve – Arezzo 6 – 1
Packcenter Imola – Castelvecchio 2 – 3
Olimpia Forlì – Olimpia Vignola 2 – 1
Hispellum – Spezia 2 – 0
ha riposato: San Zaccaria

La classifica a 6 giornate dalla conclusione:
1° San Zaccaria 32
2° Packcenter Imola 30
3° Bogliasco Pieve 29
3° Villacidro Villgomme 29
5° Castelvecchio 22
6° Hispellum 20
7° Olimpia Forlì 19
8° Olimpia Vignola 17
9° Spezia 12
10° Arezzo 10
11° Anspi Marsciano 6
San Zaccaria, Bogliasco Pieve, Villacidro Villgomme, Castelvecchio e Spezia hanno giocato una partita in meno.

Gli incontri del 17° turno, in programma domenica 27 marzo alle ore 15,00:
Anspi Marsciano – Bogliasco Pieve
San Zaccaria – Hispellum
Castelvecchio – Olimpia Forlì
Spezia – Packcenter Imola
Olimpia Vignola – Villacidro Villgomme
riposa: Arezzo