Quantcast
Cronaca

Busalla, aree ferroviarie e tangenziale: la realizzazione entro il 2015

Busalla. Farlo presto e bene, in modo da poter collegare il più velocemente possibile le aree ferroviarie di Borgo Fornari. Si tratta dei lavori che da circa 8 anni sono al centro delle discussioni e delle polemiche che infiammano la Valle Scriva.

Entro il 2015 la tangenziale e il collegamento delle aree ferrvoiarie devono essere realizzate, alla Provincia di Genova la scelta da che parte iniziare i lavori, con la supervisione della Regione Liguria.

Una storia lunga 8 anni, infatti era il giugno 2003 quando il comune di Busalla ottiene un contributo di 500 mila euro, dai fondi CIPE, per realizzare il secondo lotto di un intervento per la variante. Questa prima ipotesi prevedeva una tangenziale nella zona di Villa Borzino, che oggi sarebbe già stata realizzata.

Il 2009 è l’anno dell’approvazione del PAR/FAS 2007/2013 nell’ambito del quale sono stati stanziati 4 milioni di euro per il collegamento alla viabilità ordinaria delle aree ferroviarie situate tra Busalla e Borgo Fornari. Nuovo progetto, quindi, anche se ci vuole più tempo e più soldi per realizzarlo.

Ma ad oggi non è ancora stato fatto nulla. Le liste di opposizione “Busalla Democratica” e “Busalla Domani” hanno presentato una mozione a fine 2010 in modo da invitare il comune a cercare una soluzione per smuovere una situazione ferma ormai da 8 anni.

“E’ importante iniziare i lavori al più presto – afferma Marco Bagnasco, capogruppo di Busalla Democratica – senza far più perdere tempo e soldi, anche se il tracciato dovesse partire da Ronco va benissimo: l’importante è che le aree ferroviarie di Borgo Fornari vengano finalmente collegate e che il traffico all’interno di Busalla venga eliminato. Come noi la pensa anche la lista Busalla Domani. Noi siamo favorevoli al progetto, ma non siamo d’accordo con la Giunta Pastorino che vuole evitare il passaggio della tangenziale nell’area “Piccola Velocità” di Busalla. L’idea del comune è quella di avere una strada comunale, e questo ci ha fatto perdere 500 mila euro”.

Ora la palla passa alla Provincia, a lei spetta stabilire se iniziare i lavori da Busalla o da Ronco Scrivia, quindi, finalmente, l’inizio e la realizzazione dei lavori.