Quantcast
Altre news

Acquasola, il Comitato: “Siamo preoccupati per il dissenso fra Giunta e uffici comunali”

Genova. La Giunta ha predisposto una nuova sospensione per 15 giorni del taglio degli alberi del parco – spiega il Comitato Acquasola Parco non Parcheggio – Da un lato prendiamo atto di questo, ma nello stesso tempo siamo estremamente preoccupati per la gravissima situazione di impasse che ha visto la Giunta al completo in totale dissenso rispetto agli uffici comunali”.

“La giunta, riunitasi per deliberare la revoca della concessione, si è vista opporre un no totale dagli uffici che si sono rifiutati di firmarla – continuano dal Comitato – Questo scontro mette in luce una deriva dell’Amministrazione e dei suoi uffici verso l’accelerazione della resa dei conti tra la sindaco e il suo partito (non a caso unico partito della maggioranza schierato contro la revoca). Vale ricordare che gli uffici dopo aver avvallato con la loro firma il decadimento del parco e la sua trasformazione in parcheggio, cose su cui stanno giustamente indagando i giudici penali e della corte dei conti, hanno anche omesso di impugnare (a costo zero) la nullita’ degli atti di concessione (viziati da atti corruttivi come da sentenza in giudicato), cosa che i cittadini hanno fatto non venendo considerati dal consiglio di stato come legittimati (ma il comune lo sarebbe stato e lo sarebbe), ne hanno ottenuto i dati reali dei costi sostenuti dalla Sistema Parcheggi fornendo al consiglio delle valutazioni non basate sulle carte ma su loro considerazioni. In questo modo facilitando i timorosi veri e quelli presunti di danni per l’Amministrazione e ai singoli consiglieri”.

“A questo punto è evidente che l’Acquasola sta diventando una partita nel gioco piu’ grande di delegittimazione della Sindaco da parte del suo partito in cui gli uffici si stanno schierando rinunciando a quella neutralità che sempre da noi vista con molti dubbi ma che con la presa di posizione di questa matina è chiara a tutti – concludono – Siccome noi riteniamo che la via maestra sia la richiesta di nullità dell’atto concessorio, ci chiediamo con quale affidabilità gli uffici comunali potrebbero sostenerlo in tribunale e quindi invitiamo la sindaco e la Giunta a dare mandato ad uffici legali esterni di rappresentarli in giudizio come già avvenuto con la recente consulenza affidata ad illustri principi del foro”.