Quantcast
Cronaca

Accoltellamento Di Negro: scena sotto gli occhi dei passanti, oscuro il movente

Genova. “Non una lite ma una vera e propria aggressione”. Così spiega il maggiore dei carabinieri Oreste Gargano l’accoltellamento che si è svolto questa mattina nella zona di Di Negro.

Gli elementi a disposizione degli inquirenti sono ancora pochi. “Non siamo ancora a conoscenza del movente, anche se quasi sicuramente si è trattato di un’aggressione tra due giovani che si conoscevano. Ora dirigeremo le indagini verso l’università frequentata dai due giovani e verso altri ragazzi dentro la comunità cinese” afferma il maggiore.

Solo la dinamica è chiara: “Erano le sei di questa mattina – spiega Gargano – quando in via Milano, all’altezza della fermata dell’autobus alcuni passanti hanno visto l’aggressione: uno dei due ragazzi cinesi a terra, esanime, accoltellato alla testa, all’addome, alla gola. L’altro ragazzo è stato fermato e preso in custodia dai militari del nucleo radiomobile intervenuti sul posto. Ora vedremo cosa emergerà dopo l’interrogatorio, ma è chiaro che alla base ci siano motivi personali tra i due, non dovrebbe però esserci un movente particolare visto l’orario, la modalità e la località dell’evento”.

Il giovane accoltellato, sui ventincinque anni, è stato soccorso e trasportato in codice rosso all’ospedale San Martino. Le sue condizioni risultano gravi, considerata l’entità dei fendenti ricevuti.