Violenza sulle donne, Genova e Torino si tingono di rosa per le donne messicane

violenza donne

Torino e Genova insieme per dire ‘no’ alla violenza sulle donne. Le due città uniscono le forze e scendono insieme in campo contro la terribile ondata di sangue che ha reso Ciudad Juarez, già detentrice del triste record di città più violenta del mondo, il posto in cui vengono uccise più donne in assoluto. Il fenomeno ha assunto dimensioni tali da aver portato alcuni studiosi a coniare un neologismo che mai nessuno vorrebber udire: femminicidio.

Giovani donne, solitamente di umile estrazione sociale, rapite sulla strada e poi violentate, torturate, mutilate e uccise. Una realtà atroce, alla quale le città di Torino e Genova sperano, insieme, di porre un freno e un cambiamento radicale. I sindaci dei due capoluoghi, Sergio Chiamparino e Marta Vincenzi, hanno scritto una lettera al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per chiedere di intervenire nei confronti del presidente della repubblica messicana.

L’iniziativa è stata illustrata oggi a Palazzo Tursi. Per esprimere solidarietà nei confronti delle donne vittime di soprusi, alcune zone delle due città si coloreranno di rosa: la Fontana della centrale piazza De Ferrari a Genova e i monumenti di Torino.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.