Valpolcevera, chiude la Houghton e manda a casa i 33 dipendenti: sciopero e manifestazione - Genova 24
Cronaca

Valpolcevera, chiude la Houghton e manda a casa i 33 dipendenti: sciopero e manifestazione

cgil manifestazione

Valpolcevera. La Houghton azienda del settore chimico della Valpocevera chiude e lascia a casa i 33 dipendenti rimasti. “Non sono trascorsi nemmeno 3 anni da quando, anche grazie ad una difficile vertenza sindacale, l’azienda ritornò parzialmente sui propri passi. Era il 2008 quando la Houghton annunciò di voler chiudere il sito genovese – spiega Antonio Grifi, segretario generale Filctem Cgilm – Grazie alle lotte degli allora 80 dipendenti, del sindacato e l’interessamento degli enti locali, l’azienda leader internazionale nel campo della produzione e commercializzazione di fluidi industriali accettò di mantenere una presenza sul territorio a patto di una drastica cura dimagrante nei confronti del personale e dell’attività produttiva”.

La settimana scorsa, però, in un incontro in Confindustria a Genova, la Proprietà ha annunciato il suo completo disinteresse allo stabilimento di Teglia, annunciandone la chiusura. Come prima azione di protesta i dipendenti sono scesi in sciopero e continueranno la mobilitazione anche domani, con un’assemblea davanti ai cancelli di Via F.lli Bronzetti 22 a Teglia, dalle ore 10 alle ore 12.

“La vicenda della Houghton racchiude in sè tutte le contraddizioni del mercato: l’inizio della fine è stato segnato nel 2008 quando la Houghton annunciò di essere stata acquistata dalla finanziaria americana AEA Investors; da quel momento partì il disimpegno della Proprietà nei confronti dei siti italiani con il doppio risultato di far perdere occupati al nostro territorio insieme ad anni di tecnologia e competenze avanzate frutto della ricerca che ha fatto della Houghton un leader mondiale della chimica verde – conclude Grifi – Per portare a conoscenza dell’opinione pubblica questo ennesimo scempio industriale, i dipendenti della Houghton invitano la stampa cittadina all’assemblea che si terrà domani”. Per oggi è previsto un ulteriore incontro in Confindustria, ma contemporaneamente la Filctem Cgil di Genova chiede l’interessamento degli enti e della politica affinchè la chiusura non sia l’unico destino della storica azienda presente a Genova dal 1925.