Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lettere al direttore

Tassa per aziende che trasportano container nel porto, sindacati contrari

Più informazioni su

Genova. Permesso che: non siamo così presuntuosi da immaginare che un nostro pensiero possa far cambiare le intenzioni di una civica amministrazione né tantomeno una ipotesi di riforma di legge dello Stato, ci sembra comunque doveroso esprimere il nostro parere contrario in merito a quanto dichiarato dal vice sindaco dott. Pissarello sulla volontà di istituire una tassa per tutte le aziende che trasportano container nel porto di Genova.

Vogliamo ricordare che anche il settore del trasporto container non è rimasto esente dalla grave crisi che investe ormai da oltre due anni il mondo del lavoro e ad oggi nonostante un sostanziale aumento dei traffici rispetto al 2009, sono ancora molto lontani i dati positivi degli anni precedenti. Anche in questo settore abbiamo dovuto ricorrere per molte aziende all’attivazione di ammortizzatori sociali, come la cassa integrazione in deroga o la mobilità.

In molte altre per salvaguardare i livelli occupazionali abbiamo dovuto fare accordi per abbattere il costo del lavoro diminuendo la retribuzione a volte anche del 20%.

Dopo 27 mesi di vacanza contrattuale e 3 giornate di sciopero nazionale del settore, in data 19/12/2010 è stato rinnovato il CCNL con un aumento lordo di 134 € che andrà a regime al 1/12/2012. Rinnovo tra l’altro che nell’attuale contesto non è ancora stato siglato da tutte le associazioni datoriali.

In virtù di tutto questo e considerando che ad oggi l’ipotesi della legge sulle tariffe minime di salvaguardia sul trasporto delle merci a chilometro, non è ancora attuativa, impera di conseguenza la libera concorrenza che lascia spazio alla più ampia deregolamentazione, tale proposta ci sembra una provocazione inappropriata.

Augurandoci che non venga dato un altro colpo fatale ad un settore strategico, economico ed occupazionale così importante per Genova e non solo, chiediamo un ripensamento ed invitiamo la civica amministrazione ad inviare un messaggio chiaro a chi di dovere, nel far si che venga applicata il prima possibile la legge.

Nel caso venisse addossata alle aziende questa ennesima tassa al settore, daremo il nostro massimo appoggio alle imprese di trasporto.

Marco Gallo e Leonardo Cafuoti (FILT-CGIL)       Alberto Gila (FIT-CISL)    Bruno Costa  ( UILTRASPORTI)