Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sicurezza, i tassisti di Genova si armano di spray urticante foto

Più informazioni su

Genova. Si è più volte parlato della sicurezza per i taxisti, spesso vittime di episodi di violenza nel capoluogo ligure, ma oggi qualcuno ha voluto passare all’azione. Mentre continuano senza sosta le rapine ai conducenti, qualcuno cerca la soluzione.

Se non ci sono i soldi per le telecamere a bordo, si può trovare un’alternativa, magari più economica. Oggi i tassisti della stazione di piazza De Ferrari si sono dotati di bombolette di spray urticante.
La proposta era stata diffusa su un volantino appeso nelle principali aree di sosta: “Visti i recenti episodi di violenza che hanno interessato alcuni colleghi, il direttivo Sal Taxi informa che verrà consegnata in dotazione a tutti gli associati una bomboletta di gas urticante per autodifesa”. La comunicazione interna è statalanciata da una giovane sigla sindacale vicina alla Lega Nord nata un anno fa, che oggi raggruppa circa quaranta tassisti genovesi.

A guidarli è Alessandro Saporito, 36 anni, segretario del sindacato: “La situazione è davvero preoccupante, abbiamo superato il livello di guardia. Siamo stanchi di sentire solo delle promesse. Il problema è che questi episodi sono ciclici. Quando un tassista viene aggredito, si parla della questione sicurezza per qualche settimana e poi alla fine non si fa mai niente. La nostra non è solo una provocazione. Non sarà la risoluzione a tutti i mali, ma almeno è un segnale, qualcosa da cui partire”.

“Non so quali risvolti legali possano avere questi strumenti – ammette il presidente Valter Centanaro – ma se aiutano dei colleghi a difendersi in momenti di pericolo, ben vengano. Noi abbiamo messo sul tavolo altre proposte e aspettiamo una risposta dalle autorità”.