Seconda Divisione: Virtus Entella, una gran partita non basta: vince il Feralpisalò - Genova 24
Sport

Seconda Divisione: Virtus Entella, una gran partita non basta: vince il Feralpisalò

calcio

Chiavari. Era dal 12 settembre, 3° giornata con la Tritium, che la Virtus Entella non perdeva sul campo di casa. Domenica al Comunale è arrivato il terzo ko interno, ma la sconfitta per 1 – 2 con il Feralpisalò penalizza eccessivamente i chiavaresi.

Era la domenica di Nunzio Lazzaro all’esordio a Chiavari: una buona partita la sua con il goal sfiorato in un paio di occasioni e tanto lavoro al servizio dei compagni. Un arma in più nell’arco di Bacci per pungere i prossimi avversari. Le armi chiavaresi erano affilate, c’era la voglia di dimostrare che questa è squadra solida squadra matura come gli ultimi risultati avevano detto chiaramente. E l’avversario era di quelli importanti per il quale serviva per l’appunto l impresa.

Cosi il primo tempo dice subito di una squadra, quella biancoceleste, che parte forte a ritmi elevati mettendo in evidente difficoltà il quotato avversario. Quello che ha impressionato maggiormente nei chiavaresi è la qualità del palleggio in tutti i giocatori con punte di godimento puro quando a toccare il pallone erano Ciarcià, Masi, Vasoio e Lazzaro. Un calcio in punta di piedi come al Comunale non se ne vedeva da tempo, un calcio che concretizzava la sua supremazia al 23° quando Vasoio con un diagonale perfetto batteva Branduani.

La Virtus Entella è straripante, del Feralpisalò si ricorda soltanto un tiro da fuori di poco alto. Ci provano un po’ tutti davanti: Lazzaro, ancora Vasoio e Russo dalla distanza. La partita è dominata dai biancocelesti. Difficile trovare un pelo nell’uovo durante i primi quarantacinque minuti, se non forse quello di non aver concretizzato con altre reti una supremazia netta nei confronti della quarta forza del campionato.

La ripresa inizia, se possibile, ancora meglio per i padroni di casa. In 6 minuti creano due occasioni nitide: un tiro da fuori di Russo sul quale Branduani compie un miracolo ed un colpo di testa di Lazzaro che sfiora il palo sinistro. Con il passare dei minuti, inevitabilmente, la pressione chiavarese scende e il possesso palla del Feralpisalò aumenta, anche se non provoca nulla in quanto ad opportunità da rete. Tant’è che Bacci inserisce Marrazzo al posto di Lazzaro, ancora non al top, per sfruttare gli spazi che inevitabilmente si sarebbero aperti nella retroguardia salodiana sempre più protesa alla ricerca del pari.

Invece, dopo un minuto, un episodio cambia la partita: un tiro senza pretese di Dragoni colpisce il braccio di Zaccanti che stava arretrando. L’arbitro Chiantini della sezione di Pisa indica senza esitazioni il dischetto. E’ il 19° e Quarenghi batte Paroni angolando alla perfezione. Nonostante il pari improvviso, la squadra di casa reagisce e ricomincia a macinare il suo gioco ora più ragionato e a ritmi meno elevati. Tutto lascia presagire ad un pari che già di per se lascerebbe l’amaro in bocca. Nonostante i cambi il risultato resta in equilibrio fino al 39°, quando su un pallone vacante in area Bracaletti vince un rimpallo con Scantamburlo e confeziona un diagonale alla Vasoio che non lascia scampo a Paroni.

Sul Comunale scende un gelo che diventa palpabile con le due occasioni avute nel finale e che per poco non sono state concretizzate. Arriva anche il triplice fischio e da lì in poi tutte le valutazioni sono giuste perché, come dirà Bacci a fine gara, il calcio è questo. In casa chiavarese resta la soddisfazione e la consapevolezza di aver giocato buona parte della gara a livelli elevatissimi e resta la voglia e la rabbia di riscattare immediatamente questa partita. Si può anche essere molto critici e osservare che la squadra concretizza poco rispetto a quanto crea e soprattutto incassa molto se non tutto rispetto ai pur pochi errori difensivi commessi. Tutte valutazioni che posso starci e che possono trovare supporto e alle quali Bacci, poco propenso alle attenuanti, ha già pensato.

La Virtus Entella ha giocato con Paroni in porta; Del Brocco, Scantamburlo, Zaccanti, Quintavalla in difesa; Ciarcià, Hamlili, Russo, Masi (Marianeschi) a centrocampo; Lazzaro (Marrazzo), Vasoio (Soragna) in attacco.

I risultati del 21° turno del girone A:
Casale – Tritium 1 – 1
Mezzocorona – Canavese 0 – 3
Montichiari – Lecco 1 – 0
Pro Patria – Savona 0 – 2
Renate – Pro Vercelli 0 – 0
Rodengo Saiano – Valenzana 1 – 0
Sacilese – Sanremese 2 – 1
Virtus Entella – Feralpisalò 1 – 2
ha riposato: Sambonifacese

Anche la Pro Patria, in settimana, è stata penalizzata di 4 punti: 3 determinati da inadempienze Co.vi.soc. e 1 da violazioni a quanto previsto dalla Commissione Criteri Sportivi e Organizzativi. La nuova situazione di classifica:
1° Pro Vercelli 38
2° Tritium 37
3° Pro Patria 36
4° Lecco 34
5° Feralpisalò 33
6° Savona 28
7° Rodengo Saiano 28
8° Sambonifacese 26
9° Canavese 24
10° Montichiari 23
11° Renate 22
12° Virtus Entella 20
13° Valenzana 19
14° Sacilese 16
15° Mezzocorona 13
16° Casale 12
17° Sanremese 10
Feralpisalò, Savona, Sambonifacese, Canavese, Renate e Valenzana hanno giocato una partita in meno; la Pro Patria due in meno.

Gli incontri della 22° giornata, in programma domenica 13 febbraio alle ore 14,30:
Canavese – Virtus Entella
Feralpisalò – Montichiari
Lecco – Pro Patria
Sacilese – Casale
Sanremese – Mezzocorona
Savona – Rodengo Saiano
Tritium – Renate
Valenzana – Sambonifacese
riposa: Pro Vercelli