Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scherma, Italiani Cadetti e Giovani a Chiavari: assegnati altri quattro titoli

Chiavari. Seconda giornata di gare ai campionati italiani Cadetti e Giovani. Sulle pedane di Chiavari ben quattro le prove disputate. Per la categoria Cadetti, in pedana il fioretto maschile e quello femminile, mentre tra i Giovani tocca alla spada maschile e femminile.

Il primo titolo di giornata è stato assegnato nella spada maschile Giovani, dove il piemontese Andrea Vallosio, dell’Accademia Marchesa Torino, si è aggiudicato il tricolore superando per 15 – 12 in finale il campione europeo Giovani, Andrea Santarelli (Cs Foligno). In semifinale il neo campione italiano Giovani aveva sconfitto Emanuele Rocco, tesserato per il Circolo Ravennate della Spada, per 15 – 11. Santarelli invece aveva avuto la meglio, per 13 – 12, su Marco Fichera del Cs Acireale.

Nella prova Cadetti di fioretto femminile, a vincere è stata la campionessa olimpica Yog di Singapore 2010, Camilla Mancini del Frascati Scherma, che in finale ha sconfitto 15 – 10 Erica Cipressa, portacolori della Scherma Mogliano.

In semifinale Mancini aveva superato Martina Sinigalia (Cs Mestre Livio Di Rosa) per 15 – 11, mentre Erica Cipressa aveva avuto la meglio sulla potentina Francesca Palumbo (Lucana Scherma) con il risultato di 14 – 11.

Nella prova di spada femminile Giovani la finale ha visto il derby tra due atlete del Centro Sportivo Esercito: Camilla Batini e Brenda Briasco. A vincere è stata la prima, col punteggio di 15 – 12. Batini, in semifinale, aveva sconfitto Gaia Fratini del Cus Siena per 15 – 10, mentre Brenda Briasco aveva avuto ragione di Camilla Messina, alfiere della Pro Vercelli, con il punteggio di 15 – 7.

Infine, nella prova di fioretto maschile Cadetti, ad aggiudicarsi il titolo di campione italiano è stato Michele Del Macchia, tesserato per le Fiamme Oro, che in finale ha superato Andrea Lorenzo Zacchero per 15 – 11. In semifinale Del Macchia aveva superato, in rimonta, Alessandro Bertolazzi della Mangiarotti Milano con il punteggio di 15 – 13, mentre Zacchero aveva sconfitto Alessandro Maci del Cs Pisa Antonio Di Ciolo per 15 – 11.