Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Santa Margherita: oggi i funerali di Marco Corvisiero, su Facebook il pensiero della madre e della sorella

Santo Stefano d’Aveto. Amici, parenti, conoscenti e gente comune hanno partecipato ieri sera al rosario all’obitorio di Lavagna, dove è stata composta la salma di Marco Corvisiero, il maestro di sci travolto da una valanga domenica scorsa, mentre stato sciando con alcuni amici a Prato della Cipolla, in Val d’Aveto.

Questa mattina, alle ore 10, l’ultimo saluto nella basilica di Santa Margherita Ligure. A stringersi attorno alla moglie Deborah, ai genitori e ai famigliari gli amici storici, i maestri di sci della scuola di cui Marco faceva parte.

La sorella Roberta ieri mattina, con un immenso sforzo, è riuscita a scrivere alcune parole sulla pagina di Facebook di Marco: “Caro Marco, sei stato, non solo il fratello migliore che potessi desiderare, ma anche un modello di vita, di amore e di simpatia. LO SARAI SEMPRE. Niente potrà colmare il vuoto enorme che mi hai lasciato nell’anima se non, lentamente, il ricordo del tratto di vita che abbiamo condiviso. le nostre risate spensierate da bambini, i tuoi consigli sullo sci e sulla fotografia, il tuo fine senso dell’umorismo, la tua profondità immensa, la tua genialità, le tue salde idee, le tue grandi passioni. E anche se è stata proprio la tua più grande passione a travolgerti per portarti via da noi, spero che col tuo grande cuore tu riesca a proteggerci e a sorreggerci anche da lassù; anzi sono sicura che lo farai. Eri e resterai UNICO”.

Tanti i ricordi da parte degli amici, e tra i post che riempiono la bacheca anche quello di Cristina Maria, che solo a fine pensiero rende evidente di essere la mamma di Marco: “Caro Marco, avevi tutto, ma le tue doti migliori, non erano quelle piu’ appariscenti. Eri onesto, sensibile, amavi e rispettavi la vita in tutto il suo meraviglioso mistero.. sembrava che tu ne fossi gia’ partecipe e consapevole; io lo so, te ne sei andato senza soffrire, sapendo benissimo che ci rincontreremo in un mondo migliore. La…… tua mamma”.