Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rimpasto Giunta, Vincenzi: “Ascoltare la voce della città, andando oltre i partiti”

Genova. Pasquale Ottonello ha preso il posto di Elisabetta Corda all’interno della Giunta Comunale. “Questa esigenza è partita dall’impossibilità dell’assessore Corda di proseguire il mandato e la scelta di Ottonello rappresenta la volontà di proseguire nell’obiettivo di aggregazione di esperienze culturali, politiche e istituzionali che vengono anche da campi diversi”. Queste sono le prime parole con cui la sindaco Marta Vincenzi ha ufficializzato il rimpasto della sua Giunta.

“Stiamo parlando di quello che a volte ho definito ‘progetto Genova’, che non significa fare riferimento ad allargamenti e partire dal campo dei partiti, ma partire da una impostazione, da una scelta, da un progetto della città e intorno a questo provare a recuperare una dimensione di alleanza e di partecipazione anche più ampia – continua il primo cittadino – Di questo processo ho parlato già nel mio libro. Credo infatti che sia necessario cominciare a indicare la direzione da prendere nel rapporto fra decentramento, città metropolitana e sviluppo in municipi”.

Secondo la sindaco di Genova, la prossima Giunta dovrebbe essere composta da quattro assessori tecnici e da 9 presidenti dei municipi. “La soluzione ideale sarebbe quella di nominare 4 assessori tecnici, in grado di individuare la dimensione delle questioni che non riguardano strettamente la città – spiega – e inserire nella Giunta i 9 presidenti dei municipi, i più adatti ad esprimere i territori e le loro esigenze”.

“Ricordo che l’assessore Elisabetta Corda era stata nominata da me personalmente proprio per seguire il percorso di riforma dei municipi. Ora lei ritiene di aver raggiunto il suo obiettivo e di dover lasciare il posto a una dimensione più di tipo territoriale – continua Vincenzi – in pratica, fino ad adesso, abbiamo ragionato su come decentrare, però, visto che il progetto non è ancora compiuto, ora sono proprio i municipi a dover dire cosa manca”.

Il primo cittadino, dopo aver espresso il proprio dispiacere per l’abbandono dell’assessore Corda, che probabilmente continuerà comunque a collaborare con l’Amministrazione, ha spiegato la motivazione della scelta di Pasquale Ottonello. “E’ al suo terzo mandato da presidente, quindi ha seguito tutto l’iter della trasformazione da circoscrizione in municipi. Inoltre è già il punto di riferimento di tutti gli altri presidenti, che lo avevano nominato portavoce rispetto alla Giunta – conclude Vincenzi – Pur essendo un ex esponente del centro destra, in questi anni ha sempre avuto un atteggiamento di apertura e di adesione su ciò che abbiamo fatto. L’intento è quello di creare una Giunta fatta di esperienze e che non ragioni in termini ideologici, ma per il bene della città, che è di tutti”.

Jenny Sanguineti – Alberto Maria Vedova